Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La gestione dei servizi logistici e le strategie di collaborazione lungo la supply chain

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Abstract Bruno Starace V Dopo aver quindi esaurito il discorso sui rapporti tra industria e distribuzione, da vari punti di vista, si è inserito il caso aziendale del Gruppo PAM, una tra le principali aziende distributive italiane che, aderente fin da subito al comitato, è stata fra le prime a rendere concreti i progetti sviluppati proprio da ECR Italia. Nel quinto ed ultimo capitolo, per dare concretezza e una ancora maggiore attualità al lavoro si è sviluppata un’ampia analisi dei vari strumenti tecnologici e organizzativi che sono maggiormente in uso per affrontare il problema logistico ed il collegamento interaziendale nelle moderne supply chain. Partendo da una base teorica che ha coinvolto diverse materie come informatica e statistica, si è provato a dare una approfondita spiegazione delle principali metodologie informatiche utilizzate per mettere in comunicazione le diverse realtà aziendali tra di loro. Prima è stato affrontato il tema dei sistemi ERP per arrivar fino al più moderno ERP II, attraverso l’attenta lettura delle descrizioni dei software e dei numerosi studi sull’argomento contenuti nelle principali riviste e nei siti internet delle più importanti imprese del settore, oltre che dal largo spazio dedicato all’argomento dalle pubblicazioni sul supply chain management più recenti. In seguito, si è proseguita la descrizione, degli strumenti informatici più usati ma anche più utili per la gestione della logistica e il monitoraggio delle abitudini d’acquisto del consumatore, con un paragrafo sugli strumenti di business intelligence e di decision support system. Proseguendo è sembrato opportuno passare in rassegna gli strumenti più specificatamente informatici di collegamento tra le aziende, come l’electronic data interchange (Edi) e le applicazioni internet che ad esso sono state coniugate di recente. In conclusione di questa prima parte del capitolo, si è inserita, prima del discorso sull’Edi, la descrizione di alcune moderne tecniche di tracciabilità della merce nei punti di vendita e nei magazzini della grande distribuzione; come: i codici a barre, la tecnologia l’Rfid (smart tag e radiofrequenza) ed il picking vocale, che aiutano le imprese nel continuo monitoraggio delle scelte d’acquisto del consumatore e nel velocizzare i processi operativi all’interno dei magazzini, e non solo.

Anteprima della Tesi di Bruno Starace

Anteprima della tesi: La gestione dei servizi logistici e le strategie di collaborazione lungo la supply chain, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Bruno Starace Contatta »

Composta da 302 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 14023 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 33 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.