Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La configurazione di prodotto in ambiente Sap R/3: il caso Caprari

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 Cap.1 Presentazione dell’azienda Caprari 1.2.1 RICERCA E SVILUPPO La ricerca in azienda è indirizzata all’individuazione di miglioramenti sia di prodotto che di processo. Per quanto riguarda quest’ultimo, è stato avviato recentemente il programma di recupero efficienza che riguarda tutte le aree aziendali. Lo stesso progetto di implementazione del configuratore di prodotto si inserisce nel contesto di innovazione di processo. Già dalla metà degli anni ‘80 la ricerca di nuove soluzioni di prodotto e, più in generale, la progettazione idraulica utilizzano programmi software appositamente studiati. Anche il calcolo di resistenza strutturale delle parti meccaniche viene sviluppato al computer con programmi di analisi degli elementi finiti (FEA) ed applicato così nelle attività di ricerca correnti. Dalla fine degli anni ’90 viene fatto un frequente uso di differenti metodi di prototipazione rapida (R.P.), grazie ai quali è ora possibile realizzare prodotti più efficienti e di maggiore qualità. Per la progettazione attualmente si utilizza Solid Works per la parte 3D e CN DRAFT per la parte 2D. Inoltre l’azienda possiede un sistema proprietario per la gestione e distribuzione a livello aziendale della documentazione, assimilabile ad un sistema PDM. La valutazione di introduzione di nuovi prodotti o modifiche sostanziali nasce da proposte della direzione commerciale e del responsabile di R&D sulla base di ricerche e/o sperimentazioni eseguite o da raccomandazioni o normalizzazioni emanate da enti normativi. La direzione generale e la vice direzione generale esaminano la proposta e un successivo riesame viene discusso in un incontro con la vice direzione generale, la direzione commerciale, la direzione di R&D e la direzione operativa. In tale incontro si fissano gli obiettivi del progetto, le quantità da produrre e la tempistica del progetto. La direzione commerciale elabora il piano di lavoro e fornisce le linee guida alla direzione di R&D. Nella fase di elaborazione del piano di lavoro interviene anche il marketing valutando il possibile campo d’applicazione, se il nuovo prodotto è in linea con la mission aziendale e con l’immagine dell’azienda, qual è la concorrenza di riferimento, le dimensioni del mercato potenziale, il prezzo,

Anteprima della Tesi di Manuela Rappini

Anteprima della tesi: La configurazione di prodotto in ambiente Sap R/3: il caso Caprari, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Manuela Rappini Contatta »

Composta da 216 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4012 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 19 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.