Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le tecnologie informatiche come strumento di integrazione per le imprese. Il distretto digitale di Belluno e il progetto Opto-Idx

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

IV Nella terza parte della tesi viene descritta l’evoluzione del ruolo della logistica, andando ben oltre la pura movimentazione delle merce tra i magazzini dell’azienda, portando con sé problematiche di pianificazione e gestione delle scorte, della produzione e dei trasporti. Viene alla luce un concetto ben più ampio, quello del Supply Chain Management che, andando oltre i confini della singola impresa è volto a gestire i flussi lungo l’intera catena di fornitura del prodotto finale (la supply chain). Con riferimento specifico ai rapporti di fornitura, le tecnologie digitali consentono di aumentare a costi estremamente competitivi, sia la profondità che l’ampiezza delle relazioni tra clienti e fornitori. Tutto ciò grazie a strumenti informatici dedicati quali gli ERP II e l’Enterprise Commerce Management nati come evoluzione dei sistemi ERP e con l’intento di abbinare alla gestione dei processi interni all’impresa anche quella relativa ai processi esterni che coinvolgono i suoi partner. Inoltre possiamo trovare anche i software di Supply Chain Planning e di software di Supply Chain Execution. L’ultimo capitolo è dedicato prettamente alla diffusione delle tecnologie di rete nelle PMI distrettuali. I Distretti industriali, che nel nostro Paese sono circa 200, sfruttano il vantaggio competitivo derivante dai legami che, grazie alla vicinanza geografica e alla divisione del lavoro, si stabiliscono tra le imprese che operano in essi. L’intensità della competizione sui costi che spinge a cercare economie di scala e di scopo, l’allargamento internazionale dei mercati che pone a diretto confronto prodotti e servizi prima molto lontani, il progresso tumultuoso di tecnologie pervasive e trasversali come quelle dell’informazione e della comunicazione hanno fatto sì che i Distretti si siano dovuti dotare di infrastrutture tecnologiche all’avanguardia (Distretti digitali) per non perdere la leadership che molte imprese hanno nei loro mercati di nicchia.

Anteprima della Tesi di Giacomo Santaroni

Anteprima della tesi: Le tecnologie informatiche come strumento di integrazione per le imprese. Il distretto digitale di Belluno e il progetto Opto-Idx, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Giacomo Santaroni Contatta »

Composta da 172 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1986 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.