Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Modelli teorici per il risk management

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

15 AOA, nei quali i nodi rappresentano eventi associati alla conclusione ed all’inizio delle attività collegate. Si distinguono inoltre reticoli di tipo deterministico DAN e probabilistico PAN. I primi rispettano le seguenti proprietà: 1. sono orientati; 2. sono connessi; 3. la loro matrice delle adiacenze nodo-nodo associata è consistente, ossia priva di circuiti; 4. gli eventi hanno un’unica configurazione inizio-fine; 5. non sono ammesse configurazioni di tipo “parallelo”, ossia con archi che possano iniziare e terminare negli stessi nodi di partenza e arrivo: è pertanto necessaria l’introduzione di attività cosiddette dummy nel caso in cui il progetto proceda realmente attraverso attività in parallelo, secondo la definizione sopra esposta. L’attività dummy inserita (d) dà contributo nullo alle elaborazioni in cui viene coinvolto il reticolo, se si tratta di un reticolo con proprietà di un grafo di flusso, l’arco indica una trasformazione di tipo identità (prodotto per la costante unitaria), se si tratta di un reticolo di tipo CPM corrisponde ad un’attività a tempo di esecuzione nullo. I reticoli probabilistici per contro ammettono circuiti e gli eventi possono assumere configurazioni logiche diverse permettendo una più ampia varietà di modellizzazioni. Essi permettono inoltre configurazioni in parallelo; successivamente per stabilire la congruenza tra reticoli GERT e processi semi- markoviani, si elimineranno i paralleli, inserendo attività dummy, come per i reticoli deterministici.

Anteprima della Tesi di Enrico Ghia

Anteprima della tesi: Modelli teorici per il risk management, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Enrico Ghia Contatta »

Composta da 233 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4315 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.