Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Modelli teorici per il risk management

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

16 1.2 CPM Sviluppato alla fine degli anni ’50 il metodo del cammino critico (Critical Path Method) è principalmente un metodo per la schedulazione, che permette nella sua versione più semplice di programmare l’esecuzione delle attività rispettando i vincoli di precedenza, individuando quali di esse determinano la durata complessiva del progetto (dette critiche), e quali invece possono essere ritardate o rallentate (fornendo una precisa valutazione quantitativa dei tempi di slittamento) senza comportare una dilatazione dei tempi di realizzazione complessiva degli obiettivi del progetto. Vengono introdotti un solo nodo di partenza ed uno di arrivo, a cui devono convergere tutte le attività terminali. Per ogni attività facente parte del progetto viene indicata una durata prevista ed il completamento di ognuna di Fig. 1.2 - Eliminazione di un parallelo con l’introduzione di un’attività dummy i j a a i j l a a d

Anteprima della Tesi di Enrico Ghia

Anteprima della tesi: Modelli teorici per il risk management, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Enrico Ghia Contatta »

Composta da 233 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4315 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.