Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La diffusione del comportamento criminale: il problema del campo oscuro

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

13 E’ dunque dalla fine del secolo scorso che nel nostro Paese si raccolgono dati e si compilano statistiche al fine di descrivere e spiegare l’andamento dei reati, per capire se sono aumentati o diminuiti, se sono più diffusi al nord o al sud, in una regione piuttosto che in un’altra, e, soprattutto, per verificare l’efficacia delle scelte di politica criminale adottate dalle istituzioni 7 . In tale ultimo senso s’intende quest’aspetto come “parte della più generale responsabilità delle Istituzioni politiche nei confronti del controllo dell’ordine pubblico e della sicurezza personale dei cittadini” 8 . In Italia, la raccolta, l’elaborazione delle informazioni statistiche in campo giudiziario e penitenziario avviene a cura dell’Istituto di Statistica (I.S.T.A.T.), che ha sede a Roma e che può contare su un apposito settore interno addetto a tali compiti (Servizio delle Statistiche giudiziarie) 9 . Gli organi di rilevazione periferica sono rappresentati dalle Cancellerie degli Uffici Giudiziari della magistratura ordinaria e da altri organi dello Stato (quali la Polizia, i Carabinieri, la Guardia di Finanza), nonché dalle Cancellerie dei Tribunali Militari (che appartengono alla magistratura speciale) e, per quanto riguarda le statistiche penitenziarie, dagli uffici _______________ (7) BARBAGLI M. – GATTI U., La criminalità in Italia, Il Mulino, Bologna, 2003, pag. 280. (8) PANUNZIO S. P., Il ruolo della giustizia amministrativa in uno Stato democratico. Osservazioni sul caso italiano, in Riv. pol. dir., marzo 2000, pag. 26. (9) BANDINI T. e altri, Criminologia. Il contributo della ricerca alla conoscenza del crimine e della reazione sociale, cit., pag. 103.

Anteprima della Tesi di Sara Accardo

Anteprima della tesi: La diffusione del comportamento criminale: il problema del campo oscuro, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Sara Accardo Contatta »

Composta da 166 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3888 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.