Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Una nuova via all'innovazione: creare e gestire la conoscenza grazie al knowledge management

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

14 Continuatore dell’approccio scientifico fu Herbert Simon (1945, 1958, 1973). Tutto il lavoro di Simon ruota attorno ai concetti fondamentali di informazione e decisione, secondo un approccio in puro stile scientifico. Simon applicò i suoi studi sui processi decisionali alle organizzazioni, che egli vedeva come centri di elaborazione dell’informazione 5 . Compito del management è quello del problem solving, ossia di elaborare le informazioni provenienti dall’esterno e produrre risposte e decisioni. Per capire il ruolo dellala conoscenza nell’opera di Simon, occorre introdurre il concetto di bounded rationality 6 , fondamentale per gli sviluppi teorici futuri, specialmente in campo economico. Il concetto di razionalità limitata afferma che gli individui possiedono capacità cognitive limitate, con la conseguenza di una capacità limitata di elaborare le informazioni. In questo concetto, Simon risente degli sviluppi dell’informatica; egli infatti riduce le problematiche conoscitive alla pura elaborazione di informazioni, focalizzandosi quindi sulla conoscenza esplicita e trascurando totalmente la conoscenza tacita, le abilità e il know-how. Secondo il modello elaborato, gli esseri umani agiscono come sistemi di elaborazione di informazioni; da ciò deriva come conseguenza che le organizzazioni, per fronteggiare ambienti complessi, devono essere progettate allo scopo di ridurre il più possibile il carico informativo tra i suoi membri. In questo modello la conoscenza tacita, che nel Knowledge Management è il motore della creazione di conoscenza, cade al rango di fattore di disturbo e in questo Simon dimostra un approccio parziale al problema della conoscenza, sottovalutando l’importanza di fattori quali l’ambiguità implicita nei problemi e il valore delle esperienze personali dei membri dell’organizzazione. Un ulteriore limite della teoria della razionalità limitata, sta nel rapporto che l’organizzazione deve avere con l’ambiente esterno: Simon interpretò infatti in senso passivo questa relazione, sostenendo che l’organizzazione, in quanto elaboratrice di informazioni, reagisce all’ambiente adattando la propria struttura, senza cogliere l’aspetto proattivo dell’azione organizzativa sull’ambiente. 5 Simon H.A.: Administrative Behaviour (Macmillan 1945), (tr. it. Il comportamento amministrativo, Il Mulino 1976) 6 Simon H.A.: Bounded Rationality and Organizational Learning (Organiztion Science n.2 1991)

Anteprima della Tesi di Luca Setti

Anteprima della tesi: Una nuova via all'innovazione: creare e gestire la conoscenza grazie al knowledge management, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Luca Setti Contatta »

Composta da 248 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5556 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 27 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.