Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il sistema di reporting: il caso Despar Calabria

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 Il reporting per fattori critici a differenza di quello direzionale, che si avvale di un sistema di indicatori economico-finanziari, consente il monitoraggio sia delle variabili critiche per l’azienda che hanno un impatto determinante sui risultati economici e finanziari di breve termine, sia delle variabili espressive della posizione competitiva dell’azienda. Questi elementi costituiscono il fattore innovativo apportato dal reporting per fattori critici. Altra caratteristica distintiva del reporting per fattori critici di successo è la sua articolazione per singoli processi e per aree chiave di risultato, contrariamente al reporting direzionale che, invece, si presenta articolato per centri di responsabilità. Dall’analisi del reporting direzionale sono emerse due finalità diverse ma tra loro correlate, la finalità informativa e quella di valutazione delle prestazioni. La prima finalità si attua per mezzo dei rapporti informativi generali, ossia report redatti con periodicità mensile che comunicano ai diversi destinatari le informazioni rilevate ed elaborate ai fini del processo decisionale direzionale, allo scopo di fornire loro conoscenze significative ed essenziali sull’andamento aziendale. La seconda finalità del reporting direzionale si espleta tramite i rapporti di controllo che devono consentire al management di comprendere se gli obiettivi assegnati sono stati raggiunti ed in quale misura. Quindi il sistema di reporting non deve essere analizzato solo come sistema di indicatori con cui misurare le variabili rilevanti per i vari destinatari, ma deve essere considerato anche uno strumento di controllo in grado di evidenziare possibili anomalie sul funzionamento dell’azienda, in modo tale da individuare ed eliminare i gap tra gli obiettivi preposti e i risultati raggiunti al termine della gestione. Esso però, non si limita a comunicare informazioni sui risultati conseguiti a consuntivo, ma si compone di prospetti che cercano di fornire informazioni sulle tendenze future degli andamenti aziendali.

Anteprima della Tesi di Tamara Storino

Anteprima della tesi: Il sistema di reporting: il caso Despar Calabria, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Tamara Storino Contatta »

Composta da 241 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11727 click dal 04/05/2004.

 

Consultata integralmente 44 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.