Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il sistema di reporting: il caso Despar Calabria

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 Quindi nel terzo capitolo si è esaminato il legame del reporting con il controllo e come esso si colloca tra gli strumenti della contabilità direzionale, in questo modo si comprendono le relazioni che il reporting ha con gli altri strumenti del controllo e la rilevanza che assume nella struttura tecnico-contabile. Da tale analisi si evince la funzione fondamentale che il reporting svolge nel sistema di controllo, dal quale riceve i flussi di informazione (input), provenienti dalla contabilità analitica, dalla contabilità generale, dal bilancio e dal budget, che elabora e comunica all’Alta Direzione in qualità di output necessario al processo di pianificazione. Ne consegue che il reporting è una leva privilegiata per dinamicizzare il sistema di controllo, poiché genera circuiti informativi che producono cambiamenti nei due elementi statici del controllo (supporto informativo e mappa delle responsabilità). Il reporting, avvalendosi del meccanismo di feed-back, consente un confronto a consuntivo tra i parametri interni fissati nel budget, assunti come obiettivi da raggiungere e i risultati effettivi della gestione. Il reporting oltre ad essere uno strumento di controllo a consuntivo può realizzare un controllo previsionale, utilizzando il meccanismo di feed-forward, che tende ad anticipare gli eventi aziendali e consente il confronto tra gli obiettivi di budget ed i risultati prevedibili in assenza di interventi correttivi. Lo scopo del reporting e quello di verificare la corrispondenza tra gli obiettivi e i risultati in modo da promuovere le eventuali azioni correttive. Il confronto tra i valori a consuntivi e i valori standard si realizza mediante l’analisi degli scostamenti, le informazioni che da essa si originano rappresentano l’input dell’attività di pianificazione successiva, volta alla definizione degli obiettivi e all’assegnazione delle risorse necessarie a raggiungerli.

Anteprima della Tesi di Tamara Storino

Anteprima della tesi: Il sistema di reporting: il caso Despar Calabria, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Tamara Storino Contatta »

Composta da 241 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11735 click dal 04/05/2004.

 

Consultata integralmente 44 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.