Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Ambiente integrato per l'accesso sicuro a basi di dati con tecnologie Java e XML

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Basi di dati 9 Le funzionalità principali che devono caratterizzare un DBMS sono quelle di: ξ consentire l’accesso ai dati attraverso il livello esterno, invece che attraverso il livello interno; ξ permettere la condivisione e l’integrazione dei dati fra applicazioni differenti; ξ controllare l’accesso concorrente ai dati; ξ assicurare la sicurezza e l’integrità dei dati. Grazie a questi aspetti le applicazioni che vengono sviluppate possono contare su una sorgente dati sicura, affidabile e generalmente scalabile. Tali proprietà sono auspicabili per applicazioni che usano la rete Internet come infrastruttura e che hanno quindi evidenti problemi di sicurezza e scalabilità. Come qualsiasi software, anche una base di dati viene manipolata attraverso dei linguaggi specifici per basi di dati. Questi linguaggi si dividono in due categorie: ξ Data Definition Language (DDL): utilizzati per definire gli schemi logici, esterni e fisici. ξ Data Manipulation Language (DML): impiegati per le interrogazioni e l’aggiornamento delle istanze di basi di dati. Il linguaggio che è comunque maggiormente utilizzato per le basi di dati è l’SQL, che può essere usato sia come DDL sia come DML. La caratteristica principale secondo cui i DBMS vengono normalmente classificati è la rappresentazione logica dei dati che essi mostrano ai loro utilizzatori. Nel corso degli anni sono stati adottati numerosi modelli per l’espressione di tali dati, a fronte dei quali esistono quindi vari tipi di basi di dati. I tipi più comuni sono: ξ Basi di dati gerarchiche: i dati vengono organizzati in insiemi legati fra loro da relazioni di "possesso", in cui un insieme di dati può possedere altri insiemi di dati, ma un insieme può appartenere solo ad un altro insieme. La struttura risultante è un albero di insiemi di dati. ξ Basi di dati reticolari: il modello reticolare è molto simile a quello gerarchico, ed infatti nasce come estensione di quest’ultimo. Anche in questo modello insiemi di dati sono legati da relazioni di possesso, ma ogni insieme di dati può appartenere a uno o più insiemi. La struttura risultante è una rete di insiemi di dati.

Anteprima della Tesi di Sara Valeria Larosa

Anteprima della tesi: Ambiente integrato per l'accesso sicuro a basi di dati con tecnologie Java e XML, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Sara Valeria Larosa Contatta »

Composta da 203 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1232 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.