Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Problematiche contabili e di bilancio delle società calcistiche

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 successo economico dell’iniziativa ma ai risultati dell’attività sportiva 12 . Il fatto nuovo portato dalla legge fu anche quello dell’abolizione del “vincolo sportivo”, le società, in altri termini avevano un’ampia capacità discrezionale ed una indiscutibile posizione di forza nella gestione del contratto del giocatore. Questo monopolio sulle prestazioni degli atleti si manteneva anche dopo la scadenza del contratto, imponendo quindi limitazioni alla libertà contrattuale e di recesso del giocatore. In pratica il giocatore era costretto ad accettare la destinazione decisa dal club. La legge n.91/81 pone rimedio a questo istituto in palese contrasto con alcuni diritti costituzionali, stabilendo nell’art. 16 che le limitazioni alla libertà contrattuale dell’atleta professionista dovevano gradualmente essere eliminate entro cinque anni dalla data di entrata in vigore della legge. Oltre al riconoscere al giocatore una propria autonomia e una propria professionalità viene anche introdotto un nuovo tipo di contratto di lavoro subordinato: quello del lavoratore sportivo, in base alla quale il calciatore professionista è assimilato al lavoratore dipendente, con delle eccezioni richiamate dall’art. 3 della suddetta legge. Ossia la prestazione dell’atleta diventa di lavoro autonomo quando 13 : - l’attività viene svolta nell’ambito di una singola manifestazione sportiva o di più manifestazioni fra loro collegate in un breve periodo di tempo; - la prestazione, pur avendo carattere continuativo, non deve superare otto ore settimanali oppure cinque giorni ogni mese, oppure trenta giorni in un anno. Con l’abolizione del vincolo il legislatore ritenne necessaria l’adozione di una forma di indennizzo 14 per tutelare il patrimonio dei club che si ritrovarono improvvisamente con un potere contrattuale diminuito. Questo onere patrimoniale, definito premio di addestramento e di formazione tecnica, doveva essere ripartito sul periodo di durata del rapporto tra 12 Cfr. G. Falsanisi, E. F. Giangreco, Op. Cit., p. 22 13 Cfr. G. Basile, M. Brunelli, G. Cazzullo, Op. Cit, p. 19 14 Art. 6 commi 1,2,3 legge n. 91 del 1981

Anteprima della Tesi di Massimiliano Bassi

Anteprima della tesi: Problematiche contabili e di bilancio delle società calcistiche, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Massimiliano Bassi Contatta »

Composta da 168 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6235 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 26 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.