Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Lo spazio cosmico

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 condizione giuridica dello spazio cosmico, cui sarebbe strettamente collegata la questione della individuazione dei confini verticali della sovranità nello spazio. Secondo questo orientamento, solo lo spazio atmosferico od inferiore, e quindi tutte le attività che in esso si svolgono, indipendentemente dalla loro natura, sarebbero sottoposte unicamente alla sovranità degli Stati sottostanti. Lo spazio extra-atmosferico o superiore, invece, sarebbe libero, e quindi tutte le attività che in esso si svolgono, indipendentemente dalla loro natura, sarebbero sottoposte unicamente alla sovranità degli Stati che le esercitano. 3 Tuttavia, pur ammettendo che siano le attività che qualificano lo spazio e non viceversa, occorrerebbe qualificare come spazio aereo l’ambito nel quale vengano esplicate le attività aeree che sfruttano la densità dell’atmosfera, mentre sarebbe spazio cosmico l’ambito nel quale vengono esplicate sole le attività spaziali o cosmiche, i cui mezzi di esplicazione, prescindendo dalla densità atmosferica, navigano mediante propulsione propria sino alla collocazione in orbita. A tale scopo si rivelano insoddisfacenti i dati forniti dalla scienza geofisica. Maggior fondamento ha la distinzione tra attività aeronautiche ed attività astronautiche. Partendo dalla definizione di aeromobile data dalla Convenzione di Chicago del 1944 sull’aviazione civile internazionale, una parte della dottrina afferma che lo spazio cosmico inizierebbe dove cessa la reazione dell’aria ed il volo è possibile solo mediante la forza centrifuga, cioè a dire tra gli ottanta ed i cento chilometri di 3 Per l’origine della dottrina spazialista: De La Pradelle, Les frontières de l’air in RC, 1954, II, p.132 ss. Tra gli spazialisti inoltre: SCHLACHTER, Legal Aapects of Travel, in Journal of the British Interplanetary Society, 1952, p. 14 ss.; KROELL, Elements createaurs d’un droit astronautique, in RGA, 1953, p. 223 ss.; FASAN, Weltraumrecht, Mainz, 1965, p. 73 ss.

Anteprima della Tesi di Massimo Cristian Porrone

Anteprima della tesi: Lo spazio cosmico, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Massimo Cristian Porrone Contatta »

Composta da 95 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4931 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.