Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sepolture tardoantiche e altomedievali nelle Puglia centro-settentrionale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 La cristianizzazione della Puglia non fu un processo uniforme in tutta la regione, nonostante la sua posizione geografica, protesa verso l'Oriente. Il messaggio cristiano, dopo aver attraversato il mare ed essere approdato in uno dei tanti porti della costa pugliese - Taranto, Otranto, Brindisi, Egnazia, Bari, Siponto -, continuava il suo viaggio “via terra” verso l'interno, lungo l' Appia e la Traiana che attraversavano la regione. 13 La presenza di numerose e attive comunità ebraiche contribuì alla diffusione del nuovo Verbo, anche se va ridimensionato l'automatismo per il quale, in ogni centro in cui era attestata una comunità ebraica, per “una sorta di automatica gemmazione”, era prevista anche una comunità cristiana 14 . Tra il II secolo e gli inizi del III, cominciavano a costituirsi le prime diocesi, dopo una fase iniziale caratterizzata da forme spontanee ed embrionali di organizzazione gerarchica e che privilegiava i centri più importanti 15 . Alla fine del III secolo e alla prima metà del IV, risalgono le prime diocesi pugliesi attestate dalle fonti : Aecae, Luceria, Salapia, Brundisium e Canusium 16 . Entro la fine del IV secolo - o al massimo entro i primi anni del V per le diocesi del Salento -, la rete delle diocesi pugliesi si può dire sostanzialmente completata (Siponto, Egnazia, Herdonia, Bari, 13 CAMPIONE-NUZZO 1999, p. 16. 14 OTRANTO 1991, p. 27. 15 Il rapporto tra civitas e diocesi è un rapporto strettissimo e si farà ancora più incisivo nell’epoca medievale, allorché sarà considerata civitas solo la città di residenza di un vescovo o di un conte. 16 Sono tutte città importanti già in epoca imperiale, ed è probabile che l'istituzione della diocesi, in quei municipia, risalga almeno alla metà del III secolo.

Anteprima della Tesi di Tiziana Monterisi

Anteprima della tesi: Sepolture tardoantiche e altomedievali nelle Puglia centro-settentrionale, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Tiziana Monterisi Contatta »

Composta da 231 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2560 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.