Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sepolture tardoantiche e altomedievali nelle Puglia centro-settentrionale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 Salento. Probabilmente il tessuto urbano, le strutture politico-istitu- zionali, le attività economiche, l'organizzazione produttiva e la vita stessa si presentavano nella Puglia settentrionale come caratterizzati da una maggiore compattezza e aggregazione sociale, grazie anche alla presenza, di città che costituivano sicuri punti di riferimento: Canosa, Lucera e Siponto, tra tarda antichità e altomedioevo, divennero, l'una dopo l'altra, centri coordinatori di iniziative, forze, attività e interessi di vaste aree circostanti. La presenza di vescovi pugliesi ad alcuni concili di grande rilievo per la vita della chiesa antica (Arles, Nicea, Sardica, Costantinopoli del 536), i loro interventi nella discussione, i loro contatti con personalità di rilievo, dimostrano una sicura presa di coscienza delle problematiche e delle dispute che impegnavano i teologi e i padri della chiesa, contribuendo nel complesso a delineare la fisionomia di un cristianesimo impegnato e meno «periferico». 19 Per quanto concerne l'organizzazione territoriale e produttiva della Regio II si verificò una ristrutturazione in coincidenza con la riorganizzazione amministrativa di età dioclezianea (e sotto il suo influsso). La più accentuata cantonalizzazione della realtà italiana, frutto della provincializzazione della penisola, favorì il riemergere di peculiarità locali che maggiormente differenziarono “a macchia di leopardo” il complesso di entità territoriali fino a quel momento tendenzialmente omogenee. 20 Numerosi elementi concorrono a definire per l'età tardoantica un quadro estremamente articolato e sostanzialmente positivo dell'organizzazione produttiva dell' Apulia, 19 OTRANTO 1991, p.157. 20 D’ANGELA-VOLPE 1994, pp. 315.

Anteprima della Tesi di Tiziana Monterisi

Anteprima della tesi: Sepolture tardoantiche e altomedievali nelle Puglia centro-settentrionale, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Tiziana Monterisi Contatta »

Composta da 231 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2560 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.