Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Valutazione dello stato fisiologico di organismi sentinella (Tapes Philippinarum e Mytilus Galloprovincialis) mediante l'uso di biomarkers

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

ambientali in cui si trovano; III) miscele di inquinanti possono generare interazioni biochimiche e tossicologiche; IV) esiste un tempo di latenza in genere molto lungo prima che si manifestino alterazioni a livello di popolazioni e comunità. Metodologie di indagine, quali ad esempio le analisi chimiche, possono non essere sufficienti per lo studio di problemi di tale intensità. Le misurazioni chimiche del mezzo ambientale sono specifiche, quantitative e sensibili e sono in grado di identificare i singoli inquinanti quando questi sono presenti al momento del campionamento. Tuttavia non riescono a discriminare tra forme di contaminazione influenti o meno sulla biocenosi, e non sono in grado di rilevare un fenomeno di inquinamento quando la causa non sia più presente. La valutazione dello stato di salute degli ambienti acquatici, soprattutto marini costieri e di transizione, mediante metodiche "tradizionali" basate su analisi chimiche di tipo analitico presenta notevoli difficoltà pratiche per alcune principali ragioni: I) le alterazioni ambientali si verificano spesso in presenza di basse concentrazioni di inquinanti, propagati da sorgenti puntiformi o diffuse spesso discontinue; II) le sostanze inquinanti immesse nell’ambiente subiscono spesso trasformazioni ignote; III) le masse d'acqua sono in continuo movimento e le caratteristiche dell'ambiente in esame sono repentinamente modificate; IV) la concentrazione degli inquinanti calcolata per una imponente massa d'acqua può risultare modesta, mentre la salute degli organismi può esserne ugualmente minacciata, e infine V) gli inquinanti possono avere effetti sinergici deleteri per gli organismi viventi, pur essendo presenti ciascuno a bassa concentrazione. Da quanto riportato, si giustifica il tentativo di affiancare a questo approccio, peraltro insostituibile, indagini focalizzate sulle risposte biologiche degli organismi. Le prime ad essere state impiegate sono state analisi di tipo ecologico ed eco-tossicologico. 2

Anteprima della Tesi di Irene Tamburin

Anteprima della tesi: Valutazione dello stato fisiologico di organismi sentinella (Tapes Philippinarum e Mytilus Galloprovincialis) mediante l'uso di biomarkers, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Irene Tamburin Contatta »

Composta da 161 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1669 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.