Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il bilancio di sostenibilità: il caso Granarolo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 b) La crisi dei mercati finanziari: fattori scatenanti e amplificatori di fiducia nel- la Borsa di New York sono stati, certamente, la scoperta che alcuni soggetti di dubbia qualificazione abbiano sfruttato sistematicamente il loro vantaggio informativo nei confronti degli azionisti per attuare politiche di bilancio, col- ludere con gli auditor, i revisori dei conti e con consulenti finanziari; il tutto in conflitto d’interessi con gli azionisti. Se le imprese manipolano i dati e trasmettono segnali devianti rispetto al loro stato e alle loro prospettive, esse inducono i mercati in errore, con il rischio di “effetti domino” 4 che possono assumere dinamiche e intensità imprevedibili. 4 Dal principio su cui si basa il funzionamento del noto gioco del domino, deriva che l’effetto do- mino si ha quando un determinato evento produce una serie consequenziale di altri eventi ad esso connessi e collegati in un rapporto di causa-effetto, con un conseguente e gravoso danno comples- sivo. Può esserne un esempio eclatante il caso del crollo dei mercati dopo la bolla speculativa sul- la nuova economia e con il caso Enron.

Anteprima della Tesi di Claudia Farina

Anteprima della tesi: Il bilancio di sostenibilità: il caso Granarolo, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Claudia Farina Contatta »

Composta da 164 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11049 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 25 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.