Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

McLuhan e McLuhanismi nella produzione artistica di Susumu Hirasawa

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 concetti di “natura” e di “naturale” sarebbero “determinati” da un dato brainframe. Si comprenda il paradosso, per dirla con McLuhan, di “affrontare un problema tipico dell’emisfero destro 15 ” come nel nostro caso il problema dell’arte elettronica “servendosi delle tecniche e delle modalità di cognizione dell’emisfero sinistro” quali l’analisi e i lineari nessi causali, il che è decisamente “paragonabile a ballare il tip-tap incatenati!” 16 . Proporre un’analisi secondo le tradizionali strutture d’esposizione avrebbe significato ricomporre, riordinare e, in ultima analisi, travisare le considerazioni originali di McLuhan e la risonante complessità dell’oggetto d’analisi 17 . Quindi, evitando eccessive tassonomie si è preferito procedere conservando in parte quel incedere al limite della metafora 18 che costituisce la caratteristica più visibile e la base metodologica più significativa della galassia McLuhan. 15 Per McLuhan, “Il compito dell’artista è quello di riferire sulla natura dello sfondo analizzando le forme di sensibilità scaturite da ogni nuovo sfondo, o modalità culturale, molto prima che l’uomo comune abbia il sospetto che qualcosa sia cambiato”. Noi non ci accorgiamo degli ambienti nei quali siamo immersi come il pesce del famoso aforisma non è cosciente dell’acqua. Solo l’artista è in grado di comprendere e portare in primo piano (figura, elemento cognitivo tipico dell’emisfero sinistro) ciò che noi non vediamo o diamo per scontato (sfondo, elemento cognitivo tipico dell’emisfero destro). Marshall McLuhan e Bruce B. Powers, Il Villaggio Globale, 1989 Oxford University Press. Nell’edizione Sugarco a pag. 24. 16 Ibidem, pag. 25. 17 Susumu Hirasawa, che nel nostro caso è anche soggetto e interprete di se stesso! 18 “Il ruolo della metafora è di elevare lo sfondo celato alla sfera della sensibilità. [...] Le tecnologie sono metafore”. Ibidem, pag. 28.

Anteprima della Tesi di Paolo Pettinato

Anteprima della tesi: McLuhan e McLuhanismi nella produzione artistica di Susumu Hirasawa, Pagina 6

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Paolo Pettinato Contatta »

Composta da 64 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1296 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.