Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I fatti e la loro messa in scena: due casi di informazione televisiva a confronto

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

1. Il quadro teorico di riferimento 17 1.1.4. Il modello semiotico-enunciazionale Le basi che erano state poste nel modello precedente con l’introduzione del concetto di testo all’interno dello schema comunicativo hanno permesso, nel corso degli anni, un ulteriore sviluppo teorico. Una volta individuato nel testo il nucleo del processo comunicativo si è passati alla sua esplorazione, cercando di capire la sua struttura interna e le sue modalità di funzionamento. Si è giunti così alla formulazione di un nuovo modello, denominato modello semiotico-enunciazionale. Vediamolo qui di seguito 9 : Premessa essenziale alla lettura di tale modello è l’assunzione di una situazione comunicativa mediata. L’emittente e l’enunciatario empirici non condividono uno spazio fisico e non possono quindi entrare in rapporto diretto, come avviene nella comunicazione “faccia a faccia”. Senza un vero e proprio contatto fisico, sia la produzione del testo da parte dell’enunciatore, sia la fruizione da parte dell’enunciatario, divengono attività proiettive: entrambi i partecipanti alla comunicazione proiettano all’interno del testo il proprio simulacro e quello del partner comunicativo. Da un lato avremo un enunciatore empirico che, nel produrre il testo, lo organizza prevedendo il suo possibile interlocutore empirico nei confronti del quale si pone in relazione più o meno esplicitamente. Dall’altro avremo un enunciatario empirico che nel momento della fruizione proietta la propria immagine e quella dell’enunciatore all’interno del testo. Non sempre le due coppie di simulacri proiettate dai due soggetti empirici sono sovrapponibili: molte volte le previsioni fatte dall’autore empirico vengono disattese 9 Parziale rielaborazione dello schema riportato in Stella 1999: 142. Enunciatario empirico Testo Simulacro enunciatore Simulacro enunciatore Simulacro enunciatario Simulacro enunciatario Enunciatore empirico

Anteprima della Tesi di Federico Bettello

Anteprima della tesi: I fatti e la loro messa in scena: due casi di informazione televisiva a confronto, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Federico Bettello Contatta »

Composta da 315 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2570 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.