Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il giornale elettronico: informazione e cronaca sul Televideo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Parte I - Cos’è Televideo 7 1. DEFINIZIONE Il teletext è un sistema di trasmissione one way di testi e grafica via etere, cavo o satellite, finalizzato a vi- sualizzare informazioni testuali e grafiche su uno schermo televisivo senza disturbare il normale segnale. Le schermate del teletext, dette anche “pagine”, possono essere ricevute da un comune apparecchio te- levisivo equipaggiato con un decoder, che viene ormai da anni installato nella grande maggioranza dei televisori in vendita. Il servizio è gratuito ed è trasmesso in sequenza continua. Le pagine del teletext vengono trasmesse insieme al normale segnale analogico della televisione, ma so- no nascoste alla vista perché sfruttano l’intervallo di righe inutilizzate dal segnale televisivo. Ogni immagine trasmessa sul televisore viene infatti “disegnata” da uno scanner o “pennello elettronico” che scandisce lo schermo per linee orizzontali: 625 nel sistema PAL, diffuso prevalentemente in Euro- pa, e 525 in quello NTSC, comune nel Nord America. Una volta terminata la scansione, il pennello tor- na alla posizione di partenza e scandisce una nuova immagine; questo procedimento, chiamato intervallo di cancellazione di quadro o VBI (Vertical Blanking Interval), si ripete 50 volte per ogni secondo. Nel tem- po in cui la cancellazione viene attuata è possibile continuare a trasmettere dati sfruttando 25 ulteriori linee; dal momento che 9 di queste linee sono utilizzate per segnali di test, fra cui il cosiddetto “sincro- nismo verticale”, rimangono a disposizione 16 linee per il segnale teletext. I dati da trasmettere sono suddivisi in pacchetti: ogni singola linea di scannerizzazione può portare con sé un pacchetto di 45 byte. In termini di informazioni scritte, esso corrisponde a una riga di testo com- posta da 40 caratteri: poiché ogni pagina è formata da 24 righe, ne deriva che la velocità massima di tra- smissione del teletext è di circa 33,3 pagine al secondo (tuttavia con 14 linee questa velocità scende a 29,1 pagine al secondo e con 12, quelle effettivamente utilizzate da Televideo, arriva a 25 pagine al se- condo). Ogni utente può accedere al teletext nel momento desiderato premendo l’apposito tasto sul telecoman- do del suo televisore. L’uso del teletext impedisce la visione delle normali immagini televisive (anche se è possibile visualizzarle contemporaneamente ad esso), mentre non influisce sull’audio. Il teletext trasmette un numero limitato di pagine, ciascuna identificata da un numero di tre cifre com- preso tra 100 e 899; quando sul telecomando viene premuto il tasto “teletext” (rappresentato solitamen- te dalla sigla TXT oppure dal simbolo di uno schermo televisivo attraversato da righe orizzontali), l’immagine del canale televisivo scompare dallo schermo e viene sostituita da quella della pagina 100 del teletext, che generalmente contiene l’indice. Per accedere alle altre pagine è necessario selezionarne il

Anteprima della Tesi di Eugenio Peralta

Anteprima della tesi: Il giornale elettronico: informazione e cronaca sul Televideo, Pagina 4

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo

Autore: Eugenio Peralta Contatta »

Composta da 168 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1341 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.