Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Integrazione tra una banca on line ed una rete di promotori finanziari, il caso Xelion

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Xelion : l’integrazione tra una virtual bank e una rete di Promotori Finanziari Master in gestione dei Servizi 3 Edizione Modena 17/12/2003 Cesare Carlini 3 finanziarie e personaggi discutibili e che offrivano prodotti diversi tra loro per tipologia e grado d’affidabilità. In seguito a crack di alcune di queste società che hanno coinvolto decine di risparmiatori e al verificarsi di comportamenti truffaldini da parte dei venditori, la normativa ha inteso tutelare il risparmiatore, infatti: Il Promotore Finanziario può operare solo per un intermediario, che deve essere o S.i.m o Banca o Sgr e deve avere determinati requisiti di patrimonio, l’intermediario mandante risponde in solido per eventuali danni causati da comportamento colposo o doloso del Promotore. Il Promotore è tenuto a identificare presso il cliente la propria mandante, ed è tenuto a far compilare al cliente un questionario informativo circa la sua situazione finanziaria e la sua esperienza in materia d’investimenti. Il Promotore Finanziario può accettare dal risparmiatore esclusivamente assegni bancari o circolari intestati o girati all’intermediario per cui opera. Questo è solo un breve accenno della normativa riguardante questa figura professionale, ma, nei fatti, come si è evoluto il ruolo di Promotore Finanziario nel contesto del mercato bancario? Dall’introduzione della legge 1/1991 buona parte dei gruppi bancari ed assicurativi hanno creato a reti di vendita costituite da Promotori finanziari con contratto d’agenzia, attraverso due modalità: costituendo una Sim, quindi un soggetto giuridico a se stante, che distribuisce i suoi servizi esclusivamente attraverso i Promotori; oppure creando una rete interna alla banca (quest’ultima soluzione è stata la meno seguita perché crea maggiori problemi di coordinamento tra rete di sportelli e Promotori). Le finalità perseguite con la scelta di avvalersi anche di questo specifico canale sono varie, vi rientrano:

Anteprima della Tesi di Cesare Carlini

Anteprima della tesi: Integrazione tra una banca on line ed una rete di promotori finanziari, il caso Xelion, Pagina 2

Tesi di Master

Autore: Cesare Carlini Contatta »

Composta da 51 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1404 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.