Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Metamorfosi della politica e la categoria dello spettacolo in Debord

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

19 L’immagine e lo spettacolo nella critica di Debord, riprendendo proprio le categorie di Marx – cui è sempre necessario far riferimento nel tentativo di comprendere Debord – sono da intendersi come un ulteriore sviluppo della forma merce. Ne condivide la caratteristica di ridurre la molteplicità del reale ad un'unica forma astratta ed uguale. Quella che si può leggere ne “La Società dello spettacolo” lungi dall’essere una profezia è piuttosto un’analisi lucidissima di un qualcosa che era sempre esistito ma che solo da quel momento si mostrava in tutta la sua potenza: lo spettacolo come arma di un potere in piena fase di mutazione e di maturazione. Sostiene Guy Debord: “lo spettacolo è l’autoritratto del potere all’epoca della gestione totalitaria delle condizioni di esistenza” (Debord 1997a, par.24). Dopo aver falsificato l’insieme della produzione, l’economia – la sovrastruttura che domina sulla struttura-Stato – ha ora nello spettacolo lo strumento per manipolare la percezione collettiva e impadronirsi della memoria e della comunicazione sociale. In questo modo tutto può essere messo in discussione fuorché lo spettacolo stesso. A questa mente – considerata da molti critici sovversiva – si deve, dunque, la nuova concezione dello spettacolo che nasce, come detto, nel tentativo di elaborare una teoria critica della vita quotidiana in grado di fornire all'ultima avanguardia politico-culturale, la “'Internazionale Situationniste”, una possibile interpretazione della società capitalista avulsa da schematizzazioni ideologiche.

Anteprima della Tesi di Matteo Di Fusco

Anteprima della tesi: Metamorfosi della politica e la categoria dello spettacolo in Debord, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Sociologia

Autore: Matteo Di Fusco Contatta »

Composta da 165 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3019 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.