Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Romanzo e parodia nel Settecento. Tra Don Chisciotte e la Pamela Vogue

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

dietro l’anonimo History and Adventures of Don Alphonso Blas de Lirias, Son of Gil Blas of Santillana, una continuazione del romanzo di Le Sage, pubblicata nell’aprile 1741 dagli stessi editori di Pamela’s Conduct in High Life, Chandler e Ward 15 . 3) Pamela al nero. Dal romanzo gotico a Sade Il romanzo gotico ripeterà e amplificherà il paradigma richardsoniano della virtù perseguitata, lasciando l’eroina in balia di forze più grandi di lei. Mostrandola nella luce, davvero poco invidiabile, di una continua sofferenza. Pamela sarà il modello di queste figure femminili. E, se nei primi esempi del gotico, l’innocenza riuscirà, più o meno fortunosamente, a vincere, da The Monk in poi, essa verrà sempre più sacrificata alla forza. Un vettore che qui è, eminentemente, sessuale. Argomenti tabù, rimossi anche quando se ne parla. Non a caso, i romanzi gotici “classici” sono sempre ambientati nel passato. O, comunque, dislocati geograficamente dalla civile e avanzata Inghilterra 16 . La proiezione delle ansie di questa società si dirige, allora, verso l’Europa meridionale, Italia e Spagna in testa, dove un mondo superstizioso, cattolico, passionale e barbaro poteva far soffrire in quel modo fiori di purezza come Pamela. I luoghi sono conventi, abbazie, castelli, vecchi manieri. Mai lo spazio domestico della casa. Il messaggio, per il pubblico, si rivelava, così, surrettiziamente chiaro e diretto. Il mondo è un posto pericoloso, soprattutto per le fanciulle. Ma è possibile escludere questa violenza, rimanendo nel rifugio del proprio ambito domestico, e rispettando sempre i dettami familiari. Non cercare mai l’avventura. Non desiderarla, non leggerne per non fare la fine delle protagoniste di Ann 15 Sempre per gli stessi tipi, contemporaneamente al Don Alphonso Blas de Sirias, comparve la traduzione de Los trabajos de Persiles y Sigismunda che Keymer attribuisce allo stesso Kelly (a sua volta, quest’opera di Cervantes era una riscrittura delle Etiopiche di Eliodoro). Dopo la pubblicazione di Pamela’s Conduct in High Life, Kelly è indicato l’autore del romanzo The Memoirs of the Life of John Medley, Esq; or, Fortune Reconcil’d to Merit (1748), che sul frontespizio recava “by the Author of Pamela’s Conduct in High Life”. Ora, a parte il sottotitolo che c’induce a pensare a un’altra storia sullo schema di Pamela, pare certo che il romanzo fu scritto a più mani e poi attribuito all’autore di Pamela’s Conduct in High Life per sfruttare la fama commerciale acquisita con l’opera precedente. Una sorta d’eterogenesi dei fini per chi aveva cercato a sua volta di speculare sul successo di Richardson. 16 Riprova ne è la più famosa parodia del romanzo gotico: Northanger Abbey (1799, pubblicata postuma nel 1818) di Jane Austen, ambientata in Inghilterra. Dove, si dice, gli orrori di quei libri non potrebbero perpetrarsi e restare nascosti. Una meno famosa, ma non per questo meno mordace parodia del romanzo alla Radcliffe, è Azemia (1797) dell’eclettico William Beckford. Il suo bersaglio non è solo la più famosa autrice di narrativa gotica, ma, direttamente, anche Pamela e il suo spirito maschilisticamente reazionario.

Anteprima della Tesi di Davide Magnisi

Anteprima della tesi: Romanzo e parodia nel Settecento. Tra Don Chisciotte e la Pamela Vogue, Pagina 12

Tesi di Dottorato

Dipartimento: Lingue e Tradizioni Culturali Europee

Autore: Davide Magnisi Contatta »

Composta da 377 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5769 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.