Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il consumatore etico e solidale: prospettive e sviluppo di un nuovo stile di vita tra realtà e utopia

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

13 far quantomeno diminuire il numero di truffe e raggiri per contrastare il potere delle aziende. In seguito il ruolo del consumerismo consisterà anche nel fungere da punto di riferimento per i consumatori e da stimolo alla creazione di una coscienza etica nel mondo della produzione e della distribuzione. Parallelamente allo svilupparsi del fenomeno consumerista, cominciava a diffondersi anche una sensibilità ambientalista sempre più spiccata, che univa la passione per la ricerca scientifica alla volontà di tutela degli ambienti naturali per contrastare gli squilibri ambientali causati dallo sviluppo industriale. Si inaugurò in questo modo un filone protezionistico sfociato nelle moderne associazioni ecologiste, che cominciarono a nascere negli anni cinquanta. 3 Fu però tra gli anni sessanta e settanta che si verificarono vistosi cambiamenti nella sensibilità degli individui; il ’68 portò con sé la rivoluzione sessuale e le rivendicazioni femministe, une forte partecipazione alla vita politica del proprio paese e la certezza che la protesta (pacifica e non) fosse uno strumento irrinunciabile per far valere la propria opinione e partecipare in prima persona alle decisioni politiche. In Italia, l’ambientalismo moderno nacque proprio in quegli anni, accanto al movimento di protesta antinucleare e pacifista. Da qui si originarono le battaglie contro l’installazione di centrali nucleari, tanto che dopo la tragedia di Cernobyl 4 venne depositata la richiesta di un referendum popolare che ebbe esito positivo per il movimento ambientalista. Ciò accadde anche grazie al successo delle liste verdi, che ha comportato una sensibile modificazione nel panorama politico-istituzionale. 5 3 Italia Nostra fu fondata nel 1955, Pro Natura nel 1959, la LIPU (Lega Italiana Protezione Uccelli) nel 1965. Il WWF internazionale, nacque in Svizzera nel 1960. 4 Il 26 aprile 1986, a causa di una serie di guasti al sistema di raffreddamento, uno dei reattori della centrale nucleare cominciò a surriscaldarsi e a fondersi, generando una nube radioattiva che si estese in gran parte di Asia e Europa. 5 Il Ministero dell’ambiente venne insediato nel 1984 ed il primo responsabile del dicastero fu il liberale Biondi.

Anteprima della Tesi di Silvia Brusadelli

Anteprima della tesi: Il consumatore etico e solidale: prospettive e sviluppo di un nuovo stile di vita tra realtà e utopia, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo

Autore: Silvia Brusadelli Contatta »

Composta da 200 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5479 click dal 07/05/2004.

 

Consultata integralmente 25 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.