Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Margaret Oliphant fra Autobiografia e Romanzo. L'impossibilità di raccontarsi.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

15 Alle donne era insegnato che era sconveniente parlare in pubblico di certi argomenti femminili considerati tabù, come la maternità o il ciclo mestruale. Ugualmente sconveniente era parlare di morte o di politica o di affari. La maggior parte della popolazione femminile non aveva frequentato scuole e le classi più agiate non avevano potuto studiare nelle università. In conseguenza di questi svantaggi, le donne erano considerate inferiori agli uomini e quindi incapaci di poter esprimere una qualsiasi opinione su tutti quegli argomenti considerati “maschili” come gli affari e la politica. La donna era considerata debole e fragile a causa del proprio sesso e molti medici credevano che la fragilità femminile e l’inferiorità intellettuale della donna, derivassero dal fatto che nella donna fosse il corpo a controllare la mente. Così è riportato in uno studio condotto da Sally Shuttleworth circa il rapporto tra corpo e mente nella donna: “A woman’s period was believed to play a uniquely causative role in the unified circulating system of body and mind. The physiological, mental and emotional economies of womanhood were all regarded as interdependent. Any aberration in the menstrual flow … must inevitably create an equivalent form of mental disorder. Similarly, strong emotions could cause menstrual obstructions leading in turn to insanity and death. If the menstrual flow were obstructed, and thence denied its usual exit, it would, Doctors warned be forced to flood the brain and thus lead to irreparable psychological breakdown.” 7 Questo spiega inequivocabilmente come il provare forti emozioni, come il dolore o la rabbia, portassero la donna a disordini mentali o addirittura alla morte. La teoria fisiologica era senza dubbio dalla parte della donna quando si 7 Sally Shuttleworth, “Female Circulation: Medical Discorse and Popular Advertising in the Mid- Victorian Era”, in Shuttleworth et all (1990), pp.47-48.

Anteprima della Tesi di Caterina Feroci

Anteprima della tesi: Margaret Oliphant fra Autobiografia e Romanzo. L'impossibilità di raccontarsi., Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Caterina Feroci Contatta »

Composta da 146 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2317 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.