Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il dibattito sull'immigrazione in ''La Repubblica''e ''El País''

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

1.El País e La Repubblica:ricostruzione storica di due quotidiani affini 9 Inoltre le decisioni editoriali erano prese dai giornalisti stessi; si tratta quindi di un giornale fatto da giornalisti. 11 Durante un’ intervista rilasciata in occasione del decennale dalla fondazione, Juan Luís Cebrían sottolineava il fatto che da sempre il suo quotidiano ha cercato di evitare ciò che reputava un difetto di certi quotidiani italiani che si comportano come partiti- con il direttore che sembra il segretario politico- e che, pertanto modificano la linea editoriale quando cambiano le alleanze di governo o quando avvengono divisioni e accordi congiunturali. Cebrían afferma che le relazioni tra il suo quotidiano e il potere politico sono sempre state allo stesso tempo buone e cattive fin dall’inizio. El País è sempre stato difensore del sistema democratico assumendo un ruolo istituzionale che non significa appoggio a un settore politico. 12 Non si tratta quindi di un giornale governativo ma indipendente sia politicamente che economicamente. Nasce quando non c’è ancora democrazia in un paese privo di stampa “laica”, si pone da subito come giornale europeista pronto ad aiutare il Paese ad uscire dall’isolamento. Un giornale di grande rigore professionale. Nel 2001 El País festeggia i suoi primi 25 anni di vita. Jesús Ceberio, l’attuale direttore del quotidiano commemora l’evento con tali parole : “Hay un núcleo compacto, estable, que nos sigue desde los tiempos de la transición. Con ellos compartimos la satisfacción de haber contribuido al alumbramiento de la etapa democrática más estable de nuestra historia. (…) Queríamos, sí, una democracia para este país, porque sólo desde el ejercicio pleno de la libertad se podía hacer el periódicos que soñabamos. (...) Estoy convencido de que El País gozarà de buena salud siempre que se mantenga fiel a sí mismo, a su esquema de valores y a sus exigencias profesionales. ″ 13 11 J. Maffeo, E’ un giornale, solo un giornale,cit., p.81. 12 Ibidem, p. 82. 13 C’è un gruppo forte, compatto che va avanti così fin dai tempi della transizione. Con loro condividiamo la soddisfazione di avere contribuito alla nascita del periodo democratico più stabile della nostra storia.(…) Volevamo una democrazia per questo paese, perché solo a partire dal totale esercizio di libertà si sarebbe potuto ottenere il giornale che sognavamo. (…) Sono convinto che El País continuerà a essere stabile e forte fino a quando rimarrà fedele a se stesso, al suo nucleo di valori, alle sue pretese professionali. (J. Ceberio, Parece que fue ayer,in “1976-2001 El País de nuestras vidas”, 2001, 6 maggio, p. 12).

Anteprima della Tesi di Federica Cortesia

Anteprima della tesi: Il dibattito sull'immigrazione in ''La Repubblica''e ''El País'', Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere Moderne

Autore: Federica Cortesia Contatta »

Composta da 169 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11379 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.