Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il dibattito sull'immigrazione in ''La Repubblica''e ''El País''

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

1.El País e La Repubblica:ricostruzione storica di due quotidiani affini 10 1.2 Il modello di El País : La Repubblica El País nasce cinque mesi dopo il giornale italiano La Repubblica. Entrambi i quotidiani si identificano con un pubblico di centrosinistra, vogliono colmare un vuoto e si propongono di spronare i governi conservatori che guidavano Spagna e Italia. In particolare durante gli anni Ottanta si assiste ad un accordo finanziario tra i due quotidiani dettato dall’importanza di oltrepassare i confini nazionali. Entrambi i quotidiani hanno cercato di indirizzarsi a uomini di affari, docenti universitari, studenti, persone che quotidianamente vogliono essere informate in modo costante e rigoroso. Importante è lo spazio che negli ultimi anni hanno dedicato all’universo femminile e al campo artistico (musica, cinema, letteratura, teatro), attraverso l’introduzione di supplementi settimanali. Esistono tuttavia alcune differenze tra i due quotidiani, ad esempio le differenti personalità che all’inizio guidano i due periodici: “Scalfari è sempre stato un vero intellettuale, vicino alla sinistra, con il piacere per lo scrivere bene, con una prosa preziosa. Una specie di faro per gli uomini della sinistra italiana. Dall’altra parte c’è Cebrían, un giornalista puro e duro, il cosiddetto uomo/macchina, che punta ad un giornalismo anglosassone, dove la notizia primeggia e calpesta il commento.” 14 Una seconda differenza risiede nella collocazione politica, come ricorda Salemi nel suo recente volume: La Repubblica nasce principalmente per dare una voce ad una certa borghesia e al popolo di sinistra che non si sentiva rappresentato dai giornali di partito. Da subito diventa una piattaforma laica, che indaga e conosce il mondo comunista che fino a quel momento era stato assente sia nel campo dell’economia sia in quello politico. El País invece, in politica va alla ricerca di una apertura democratica. Di una transizione, non di una rivoluzione. Sia in Italia che in Spagna c’era il bisogno di dare spazio alle nuove realtà sommerse : il mondo laico italiano da una parte e l’attuazione della democrazia dall’altra. Quindi Scalfari fa quasi un giornale politico e Cebrián punta ad un periodico che nella fase della transizione da spazio e libertà di parola a tutte le voci, escluse ovviamente quelle estremiste. 15 14 G. Salemi, El País, le ragioni di una svolta, cit., p. 31 (intervista rilasciata all’autore da Carlos Elordi Dentici, corrispondente di Repubblica a Madrid). 15 Ibidem, p. 31.

Anteprima della Tesi di Federica Cortesia

Anteprima della tesi: Il dibattito sull'immigrazione in ''La Repubblica''e ''El País'', Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere Moderne

Autore: Federica Cortesia Contatta »

Composta da 169 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11379 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.