Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'Archivio del monastero di S. Benedetto a Chiaia (Archivio di Stato di Napoli, Corporazioni religiose volumi 1322-1331)

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo 1 - Il Monastero di S. Benedetto a Chiaia - Archivio 3 dell’area di un giardino e di una casa, del valore di 4000 ducati, fatta a don Gabriele Lapini, priore del monastero, dal notaio della corona Giulio Cesare Guadagno, il quale, devoto di S. Benedetto, si impegnò a versare per cinque anni al monastero anche 200 ducati 6 . L’istrumento di donazione fu ratificato il 28 luglio dello stesso anno 1625 con un istrumento del notaio Marzio de Grisi, nel quale venivano fissati anche i patti da rispettare: per dieci anni il numero dei padri doveva essere stabilito dal presidente della Congregazione Cassinense; trascorsi i dieci anni, non dovevo essere inferiore a sei, compreso il priore 7 . Tra coloro che governarono il cenobio compare don Benedetto Laudati, uno dei più illustri benedettini di Napoli 8 , che, prima della sua morte avvenuta il 18 ottobre 1724, ne illustrò la vita. Fino alla soppressione, avvenuta il 13 febbraio 1807 in seguito al decreto di Giuseppe Bonaparte, la vita del cenobio si svolge oscura. 6 Cfr. A. S. N., Monasteri soppressi, vol. 1331, f. 14. 7 Ivi. 8 Don Benedetto Laudati, nativo di Altamura, fu tra i più illustri uomini del monastero di S. Severino di Napoli, dove insegnò filosofia e teologia; eletto professore dello Studio pubblico di Napoli, insegnò sacri canoni nel collegio di S. Anselmo in Roma e fu priore e abate di S. Paolo. Cfr. E. Gentile, I Benedettini cit., p. 46.

Anteprima della Tesi di Laura Pozzulo

Anteprima della tesi: L'Archivio del monastero di S. Benedetto a Chiaia (Archivio di Stato di Napoli, Corporazioni religiose volumi 1322-1331), Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Laura Pozzulo Contatta »

Composta da 524 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1175 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.