Skip to content

René Pollesch

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
11 ogni anno, per volontà di uno dei suoi fondatori, Hentschker 14 , il Diskursfestivals 15 , in cui varie compagnie sperimentali, provenienti da tutta Europa, sono invitate ad esibirsi. Lo stesso Schneide Schneller di Pollesch è rappresentato per la prima volta durante questo Festival. Grazie a questa possibilità, offerta dalla Scuola, gli studenti possono diventare già autori teatrali, mettendo alla prova le loro capacità e conoscenze, potendosi confrontarsi con un pubblico sicuramente critico. Insieme alla prospettiva sperimentale della scuola, è anche importante sottolineare, per la formazione di Pollesch, che a Gießen si tenta di apportare uno stacco, un abbandono vero e proprio della tradizione teatrale, non nel senso di una critica per cui ciò che è stato prodotto in passato per ciò stesso ha minor valore estetico e drammaturgico di quanto viene rappresentato nel presente, ma alla luce di una visione del teatro, come riflesso della propria società, in cui quello del passato, pur essendo grande, non è utile all’oggi, perché è l’ombra di una cultura che non esiste più 16 . La scuola di Gießen, incontrando difficoltà per il suo sostentamento, ha tentato di volgere al positivo questa sua precarietà strutturale, ponendo al centro del suo modello teatrale la persona e la gestualità, dando vita quindi ad un teatro povero, privo di orpelli scenici, in cui l’oggetto non ha un ruolo così importante, come poteva 14 <<Hentschker, der heute als ‘Wirth-Missile’ an dessen ehemaliger Universität in New York lehrt, war es auch der 1984 das ‘Diskurs-Festival’ erfand, das zu einer weiteren tragenden Stütze der Ausbildung wurde>>. Ivi, p.19. 15 << Den Hentschker suchte im internationalen Rahmen nach Schulen, Zentren, Personen und Projekten, die ähnliche experimentelle Ziele verfolgten wie die Gießener und lud sie jährlich im Herbst ein zu Austausch, Auftritt und Vergleich. René Pollesch, der ‘als treuer Wirth-Schüler’ den Namen ‘Diskurs’ erfand, erinnert sich an die frühen Jahre des Festivals und fängt damit schön die euphorische und selbstbeschwipste Atmosphäre ein, die bei den Pionieren der neuen Ausbildung herrschte: ‘1984 habe ich gleich mehrere Sache auf dem Festival gezeigt, 1986 war ich in Number mius one von John Jesurun auf der Bühne, gab es auf dem Diskurs zum ersten Mal ein Stück von mir mit dem Titel Ich schneide Schneller [...] >>. Ibidem. 16 << Zwar wurde den Giessenern von Konservativen Kritikern später immer wieder der Vorwurf gemacht, sie würden die Geschichte und Tradition des Theaters leichtfertig und ohne Kenntnis ignorieren, aber dieses Argument ist aus zwei Gründen eher als Manöver zu verstehen, sich selbst nicht mit neuen Ideen auseinanderzusetzen: Zum einen entsteht keine Neuerung durch das Buckeln vor dem historischen Erbe, und zum anderen war es nie Konzept der Ausbildung, die Geschichte für modische Verrenkungen zu opfern. Die Predigt lautete vielmehr: Keine falsche Ehrfurcht! Oder wie Lehmann es ausdrückt: ‘ Es schadet natürlich nichts, die antike Tragödien zu kennen, man sollte es sogar, aber dann muss man sich vor allem fragen: Wie kann heute damit umgehen? Und nicht: Wer spielt den Kreon?’ >>. Ivi, pp. 19-21.
Anteprima della tesi: René Pollesch, Pagina 11

Preview dalla tesi:

René Pollesch

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Ilaria Melchiorri
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi di Parma
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Lingue e Letterature Straniere
  Relatore: Teresina Zemella
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 169

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

cinema e globalizzazione
cinema in germania
cinema tedesco
connect ‘99
germania
heiner müller
john cassavetes
pollesch
regista
scuola di gießen

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi