Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I popoli del GULag - strategia etnica del regime stalinista

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

____________________________________________________________ I popoli del GULag ________ 18 maggio 1920, quando cioè, come vedremo, venne adottato dall’Assemblea costituente uno Statuto provvisorio. Mentre il Consiglio nazionale attendeva ad avviare l’organizzazione dello stato, avvennero fatti che ne paralizzarono tutta l’azione nella difesa dello Stato. La devastazione compiuta dalle truppe tedesche in ritirata, l’offensiva e l’invasione russa, le avventure del generale von der Goltz, non ebbero termine che nell’ottobre del 1919 e soltanto nel febbraio del 1920 le truppe lettoni poterono liberare la Latgalia. Tenendo fede agli impegni assunti, appena liberato il territorio nazionale, il Governo provvisorio, mentre avviava le trattative con la Russia, la Germania, l’Estonia e la Lituania, per definire il territorio nazionale e consolidare la pace, si affrettò a convocare l’Assemblea costituente. Il 17 e 18 aprile del 1920 tutti i cittadini della Lettonia aventi 21 anni di età, ed i militari aventi 18 anni di età, elessero i 150 rappresentanti all’Assemblea costituente. L’Assemblea risultò composta da 57 socialisti, 41 rappresentanti del centro, 17 delle minoranze e 35 degli altri partiti. L’Assemblea fu convocata per il 2. Le minoranze nazionali che fanno parte del Consiglio nazionale prendono parte al Governo provvisorio sulla base del capitolo III, 3. I diritti culturali e nazionali dei gruppi nazionali devono essere garantiti dalle leggi fondamentali. V. DIRITTI DEI CITTADINI. 1. La libertà di stampa, di parola, delle assemblee, deve essere garantita dalle disposizioni del Governo provvisorio. 2. Amnistia in tutti i casi eccetto nelle cause penali. 3. Possibilità ai cittadini lettoni di tornare nella loro patria. VI. DIFESA DELLO STATO. 1. La milizia della nazione (truppe di sicurezza) deve essere fondata sul principio dell’arruolamento, senza eccettuarne i volontari. La milizia (truppe di sicurezza nazionale) è sotto la diretta sorveglianza del Governo provvisorio anche organizza la sicurezza nazionale. 2. Le forze tedesche devono essere evacuate nel termine stabilito. VII. AUTOGOVERNO. 1. L’elezione delle istituzioni autarchiche deve essere effettuata secondo i principi del capitolo I Fino all’epoca della convocazione dell’Assemblea costituente, la data di queste elezioni deve essere fissata dal Governo provvisorio il quale organizza anche le istituzioni locali provvisorie autarchiche.

Anteprima della Tesi di Alessio Trovato

Anteprima della tesi: I popoli del GULag - strategia etnica del regime stalinista, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Alessio Trovato Contatta »

Composta da 247 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3032 click dal 17/06/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.