Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Un centro calzaturiero delle Marche: Porto Sant'Elpidio dal secondo dopoguerra ad oggi

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

27 ritenessero di aver maggiori necessità. La protesta spontanea era alimenta e organizzata da personaggi locali, spesso esponenti del PCI come Ettore Basili, che proposero diverse forme di rivendicazione: dall’astensione del pagamento delle tasse all’occultamento delle armi che avrebbero dovuto essere riconsegnate dopo la liberazione. Una relazione alla prefettura del capitano dei carabinieri Cosimo Zinza del 23 luglio 1944 legge questi fatti non solo come episodi dettati dalle misere condizioni di vita, ma soprattutto vi vede la regia di elementi comunisti che approfittavano della situazione per «sobillare» il popolo o l’occasione per dare sfogo a vendette e risentimenti personali risalenti al periodo fascista; il capitano lamenta il fatto che ci sia scarsa collaborazione per le opere di pubblica utilità perché ognuno provvede solo ai propri bisogni e si mostra preoccupato che la situazione possa ancora deteriorarsi. Infatti le tensioni accumulate salirono fino al limite con l’arrivo del freddo, che aggravava la condizione delle molte famiglie in difficoltà a riscaldarsi e bastò un episodio, come una distribuzione non equa di legna da ardere tra il capoluogo e la frazione, per far esplodere la rabbia degli abitanti di quest’ultima che, il giorno 11 gennaio 1945, assaltarono i locali del comune per impossessarsi delle fascine e delle riserva di grano per poterle distribuire in una maniera ritenuta più giusta.

Anteprima della Tesi di Luca Torretti

Anteprima della tesi: Un centro calzaturiero delle Marche: Porto Sant'Elpidio dal secondo dopoguerra ad oggi, Pagina 17

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Luca Torretti Contatta »

Composta da 198 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1461 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.