Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il trust e la Convenzione de l'Aja del 1985 (L.364/89)

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

16 contrattuali e, nelle nostre norme di conflitto, vigeva già sotto il vigore dell’abrogato art. 2.5 disp. prel. cod. civ., ora sostituito dalla norma dell’art. 57, introdotta dalla riforma del sistema italiano del diritto internazionale privato che richiama la Convenzione di Roma ora citata. Orbene, pur in presenza di una parziale difformità di scopo tra le due Convenzioni di Roma e de L’Aja – in quanto la prima ha lo scopo di risolvere i conflitti di legge che sorgono da un rapporto sostanziale già definito dalla legge interna (lex fori), mentre la seconda opera all’interno del proprio ambito la definizione del rapporto che intende regolare – entrambe accolgono il principio della illimitata libertà di scelta della legge applicabile (lex causae) : la legge scelta rappresenta così l’unico elemento di estraneità e di collegamento richiesto. Entrambe, poi, individuano nella non derogabilità delle norme imperative interne (art 3.3 Convenzione di Roma, art.19 Convenzione de L’Aja ) il limite al potere di scelta (la Convenzione de l’Aja contiene altresì un ulteriore limite di cui all’art. 13 di cui si dirà in seguito). In definitiva, sotto il profilo internazionalprivatistico, il disponente può indicare nell’atto istitutivo la legge che regola il trust e può scegliere liberamente tale legge indipendentemente dall’esistenza di elementi oggettivi di collegamento o della circostanza che questa si riferisca a Stati che hanno sottoscritto o ratificato la Convenzione, con il limite che la legge prescelta conosca la categoria di trust in questione. Se la legge scelta dal disponente non disciplina la fattispecie come trust, suppliscono i criteri residuali di cui all’art 7, per il quale si applicherà la

Anteprima della Tesi di Maria La Notte

Anteprima della tesi: Il trust e la Convenzione de l'Aja del 1985 (L.364/89), Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Maria La Notte Contatta »

Composta da 201 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5112 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 48 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.