Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il trust e la Convenzione de l'Aja del 1985 (L.364/89)

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

19 Non saranno invece disciplinate dalla legge regolatrice, la capacità del disponente e dei beneficiari, assoggettate quindi alle rispettive leggi nazionali. Con riguardo alla legge regolatrice della “forma” del trust e della “validità” dell’atto con cui viene scelta la legge applicabile, nel silenzio della Convenzione, parte della dottrina sostiene applicabile la lex substantiae, cioè la disciplina che è propria dell’ordinamento competente a regolare la sostanza del rapporto di volta in volta in esame. In tema di individuazione della legge regolatrice, la Convenzione prevede espressamente l’ipotesi di una segmentabilità del trust e la concorrenza di più leggi regolatrici, ciascuna relativa a singoli aspetti del trust. L’ art. 9 della Convenzione, fa infatti riferimento, in particolare per le <>, al cosiddetto dépeçage (ipotesi di norma propria della tradizione americana). Questo comporta che la legge regolatrice possa essere diversa per ciascuno dei singoli aspetti in cui, a giudizio del giudice, sarà possibile articolare il singolo trust (siano essi attinenti alla validità, all’interpretazione, all’efficacia, all’amministrazione). Quest’ultimo giudizio sulla separabilità, secondo quanto previsto dall’art.10 (che subordina alla legge regolatrice della validità del trust la possibilità di cambiare la stessa legge applicabile), e dall’art.21 (che considera l’appartenenza a uno Stato contraente della legge che regola la validità del trust, quale elemento determinante al fine della sua riconoscibilità in caso di apposizione della riserva ivi prevista), sembrerebbe doversi effettuare secondo la legge che regola la validità del trust.

Anteprima della Tesi di Maria La Notte

Anteprima della tesi: Il trust e la Convenzione de l'Aja del 1985 (L.364/89), Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Maria La Notte Contatta »

Composta da 201 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5112 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 48 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.