Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

«Impressionisti. Da Corot a Renoir»: uno studio sul pubblico della mostra sugli impressionisti di Brescia

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 Fu, infatti, solo con la nascita dell'individualismo, insieme alla rottura dei legami tradizionali tra arte e Chiesa, allo sviluppo del sistema capitalista e all'emergere della borghesia come classe dirigente, che l'artista ha raggiunto la completa libertà di espressione insieme ad una maggiore precarietà a livello di posizione sociale (Wolff, 1981). Questi cenni storici mostrano come non sia corretto assumere la nostra concezione di arte come universalmente valida, ma occorre invece cercare di assumere una visione meno rigida sul fenomeno artistico che, sia per le sue caratteristiche intrinseche, che per la presenza di elementi esterni che lo condizionano, si presenta difficile da definirsi in modo univoco. L'arte è una parte estremamente importante della cultura di un popolo, un linguaggio particolare con i suoi canoni e le sue convenzioni ed una forma di comunicazione, che presenta, appunto, la caratteristica di essere particolarmente ambigua e difficile da decodificare, perché si avvale dell'uso di simboli e metafore espressive (Argenton, 1998). Inoltre, come sottolinea Hauser (1958), l'opera d'arte si distacca dal suo creatore, entrando a far parte della memoria collettiva e diventando, a sua volta, base e strumento di comprensione per le opere future. Così, prosegue l'autore, l'opera d'arte si rivolge ai membri di una comunità culturale e può essere realmente compresa solo attraverso l'esistenza delle giuste premesse storico culturali 4 (Hauser, 1958). 4 Su questo tema cfr. Baxandall (1972).

Anteprima della Tesi di Lucia Grassi

Anteprima della tesi: «Impressionisti. Da Corot a Renoir»: uno studio sul pubblico della mostra sugli impressionisti di Brescia, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Lucia Grassi Contatta »

Composta da 270 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5313 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.