Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L’interpretazione teorica dei filtri morfologici nell’elaborazione delle immagini

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 coefficienti per il calcolo della media sono caratteristici di ogni filtro. Esempi di filtri lineari sono: • filtro passa-basso (lowpass) o di sfocatura (blurring): riduce il rumore presente nelle immagini, ma tende a peggiorare la definizione dei dettagli, in particolare dei bordi • filtro passa-alto (highpass): evidenzia le differenze d'intensità tra i pixel, in particolare i contorni degli oggetti, riducendo gli altri dettagli a sfondo • filtro "sharpen": accentua i contorni, ma aumenta il rumore nell'immagine • filtro laplaciano: simile al filtro passa-alto • filtri di contorno orizzontale e verticale (horizontal and vertical edge): permettono l'individuazione di bordi con un orientamento particolare I filtri non lineari considerano sempre una matrice di pixel per operare la trasformazione, ma non utilizzano coefficienti: mediante metodi statistici o formule matematiche ricavano un nuovo valore per l'intensità del pixel considerato, a partire dall'insieme dei valori della matrice. Esempi di filtri non lineari sono: • filtro mediano: sostituisce il valore del pixel considerato con la mediana dei valori della matrice, riduce il rumore nelle immagini, ma preserva maggiormente i dettagli e i contorni del filtro di sfocatura • filtri di dilatazione ed erosione: il valore del pixel viene sostituito rispettivamente con il valore massimo e minimo della matrice, il primo espande gli oggetti presenti nell'immagine, il secondo li riduce. • filtri di differenziazione: sono basati sulla determinazione del gradiente dell'intensità ed evidenziano i contorni.

Anteprima della Tesi di Una Kusan

Anteprima della tesi: L’interpretazione teorica dei filtri morfologici nell’elaborazione delle immagini, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Architettura

Autore: Una Kusan Contatta »

Composta da 134 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2011 click dal 28/04/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.