Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L’interpretazione teorica dei filtri morfologici nell’elaborazione delle immagini

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

15 1.3. Operatori locali come filtri Un' immagine può essere definita come una funzione bidimensionale discreta f (n , m) che associa ad ogni punto di coordinate (n , m), appartenente al reticolo piano, un valore; tali valori sono indicativi della presenza o assenza di un oggetto rispetto allo sfondo (valori logici) oppure dei livelli di grigio o di colore (valori numerici) propri di ogni punto dell'immagine considerata. L'analisi di un'immagine tramite operatori locali (che agiscono su un punto traendo informazioni dal suo intorno) consiste in un filtraggio dell'informazione in esso contenuta per mezzo di opportune “immagini sonda" h (n , m), dimensionate rispetto all'intorno che si desidera analizzare. Ciò corrisponde a tutti gli effetti ad un filtraggio lineare bidimensionale, matematicamente rappresentato dalla convoluzione tra l'immagine d'ingresso e l'immagine filtro: (,)(,)(,)(,)(,)outinin ijij fnmfijhnimjfnimjhnm=−−=−−∑ ∑∑ tenendo conto del fatto che una qualunque funzione discreta bidimensionale può esprimersi nella forma: (,)(,)()(). ij gnmgijnimjdd=−−∑∑

Anteprima della Tesi di Una Kusan

Anteprima della tesi: L’interpretazione teorica dei filtri morfologici nell’elaborazione delle immagini, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Architettura

Autore: Una Kusan Contatta »

Composta da 134 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2011 click dal 28/04/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.