Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La comunicazione nel settore delle griffes dell'abbigliamento in Italia

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 delle griffes dell’abbigliamento, è l’evoluzione “parallela ed interdipendente” della sua funzione comunicativa. A tal proposito, per comprendere l’origine e la natura della comunicazione di moda, così come oggi noi la conosciamo, può essere utile ripercorrere schematicamente le tappe fondamentali di questo peculiare rapporto. Il primo passo da effettuare consiste nel datare la nascita del segmento produttivo oggetto d’indagine. Fino agli anni Sessanta, la produzione di moda in Italia aveva sostanzialmente due canali: l’Alta Moda e l’industria di confezione, che facevano riferimento ad una tradizionale ed assodata divisione sociale dei mercati. In questo decennio; avviene una trasformazione che coinvolge l’intero ambito sociale. Modelli di vita che derivavano dalla suddivisione in classi del sistema capitalistico sono messi in discussione ed eliminati uno dopo l’altro. Ed è all’interno di tutto questo che avviene il salto di qualità del sistema produttivo italiano e comincia a muoversi il nuovo. Alcune boutiques iniziano a far produrre capi appositamente disegnati da vendere con il loro marchio, contemporaneamente nascono o si trasformano piccole aziende che si specializzano nella produzione pret à porter. In alcune di queste nuove realtà imprenditoriali è possibile ravvisare i primi tentativi finalizzati ad accrescere il ruolo della comunicazione. In tali casi, le competenze comunicative dell’impresa non si riducono ad una conoscenza analogica dell’utente obiettivo (giacché dedotta dal profilo dei consumatori effettivi) e ad una generica capacità di enfatizzare le caratteristiche fisiche del prodotto, bensì sono più estese e soprattutto più specifiche. I produttori del settore si concentrano sullo studio del consumatore potenziale

Anteprima della Tesi di Alessandro Di Lascio

Anteprima della tesi: La comunicazione nel settore delle griffes dell'abbigliamento in Italia, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Alessandro Di Lascio Contatta »

Composta da 225 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7867 click dal 28/04/2004.

 

Consultata integralmente 24 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.