Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Rifugiati politici:un popolo in marcia. Percorsi di vita e di speranza da terre lontane a Badolato

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

15 […] la libertà è imperitura, pur essendo di volta in volta costretta a rivestire i panni del tempo. Inoltre essa dev’essere continuamente riconquistata. [….] Dobbiamo ammettere che oggi è particolarmente difficile affermare la libertà. La resistenza richiede grandi sacrifici: il che spiega anche perché la maggior parte delle persone scelga la costrizione. Ma la storia autentica può essere fatta solo da uomini liberi. La storia è l’impronta che l’uomo libero dà al destino. In questo senso possiamo dire che l’uomo libero agisce in nome di tutti: il suo sacrificio vale anche per gli altri.[…] Inavvertitamente il fenomeno del diseredato, del proletario, ha assunto tratti inediti; il mondo è gremito di nuove incarnazioni del dolore. Sono gli esiliati, i proscritti, i violentati, i milioni di esseri umani strappati alla loro patria e alla loro terra, o brutalmente respinti al fondo dell’abisso 3 . 3 Junger E., Trattato del ribelle, Milano, Adelphi, 2001.

Anteprima della Tesi di Rosa Verre

Anteprima della tesi: Rifugiati politici:un popolo in marcia. Percorsi di vita e di speranza da terre lontane a Badolato, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Sociologia

Autore: Rosa Verre Contatta »

Composta da 343 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5734 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.