Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La storia della C.I.A. e della sua evoluzione nella cinematografia americana: dalla crisi e dalla critica sociale degli anni '70 alla riscossa degli anni di Reagan

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

agli americani sul ruolo della CIA nel colpo di stato in Guatemala del 1954, sull’appoggio al fallito tentativo insurrezionale del 1958 in Indonesia e sul vero senso della missione dell’U-2 pilotato da Gary Powers nel 1960. Kennedy mentì invece sul ruolo della CIA nella spedizione contro Cuba nel ’61, ammettendone la complicità solo dopo il clamoroso fallimento dello sbarco alla Baia dei Porci. L’amministrazione Johnson nascose sistematicamente la vera entità dell’impegno americano in Vietnam e nel Laos, negando il coinvolgimento della CIA. Nixon mentì pubblicamente sul tentativo della CIA di determinare l’esito delle elezioni del ’70 in Cile, sul successivo colpo di stato guidato dal generale Pinochet, sullo scandalo del Watergate. Reagan condusse un’operazione segreta tra Iran e Nicaragua, nascosta fino alla pubblicazione di prove compromettenti e alla scoperta dello scandalo dell’IranGate. III. Solo analisi o anche covert operations? Fin dalle origini fu deciso che nella stessa organizzazione avrebbero agito una componente analitica ed una operativa e a quest’ultima sarebbero state affidate le operazioni clandestine 45 . Fu questo il primo passo verso la divisione della CIA in due “anime” e verso la degenerazione e gli abusi della sua componente più autonoma, ovvero quella operativa. L’esperienza dei servizi segreti americani si è contraddistinta inoltre per una tensione costante tra le due componenti e per la frequente tendenza a privilegiare quella operativa, a cui veniva destinata gran parte del bilancio. 46 Questo perché le esigenze principali del paese riguardavano i temi della sicurezza ai quali erano inevitabilmente legati quelli della segretezza; serviva un organismo autonomo e competente in grado di affiancare il Dipartimento di Stato nella conduzione della sua politica, con particolare riguardo a quella estera, proprio dopo la Seconda Guerra Mondiale, quando ormai gli Usa avevano raggiunto lo status mondiale di potenza dominante e si dovevano contrapporre all’Unione Sovietica. Inoltre il governo aveva bisogno di poter condurre le sue politiche anche segretamente, ma soprattutto rapidamente ed efficacemente. Proprio la segretezza con la quale i servizi segreti solitamente operano li ha resi idonei ad assumere le responsabilità delle covert operations, ovvero delle operazioni clandestine finalizzate a modificare o, nel caso, a mantenere intatte, preservandole da sconvolgimenti rivoluzionari, le condizioni politiche dei paesi stranieri. Varie azioni 45 Mario DEL PERO, La CIA…, op. cit., p.9 46 ivi, p.10 22

Anteprima della Tesi di Alessandro Manea

Anteprima della tesi: La storia della C.I.A. e della sua evoluzione nella cinematografia americana: dalla crisi e dalla critica sociale degli anni '70 alla riscossa degli anni di Reagan, Pagina 16

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Alessandro Manea Contatta »

Composta da 248 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4716 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.