Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La storia della C.I.A. e della sua evoluzione nella cinematografia americana: dalla crisi e dalla critica sociale degli anni '70 alla riscossa degli anni di Reagan

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

articolata dei diversi periodi considerati e di come questi ultimi sono stati vissuti e percepiti da alcune parti della società. In questo senso il cinema, essendo uno strumento comunicativo popolare molto influente e diffuso, 3 un mezzo di comunicazione di massa tra i più sviluppati e un’istituzione stabile della società moderna, 4 soddisfa la mia volontà di elaborare un originale parallelo tra l’analisi della storia della CIA, con particolare attenzione agli anni ’70 e ’80 e alle “tormentate” presidenze di Nixon e Reagan, e il background sociale e culturale degli Stati Uniti, attraverso l’evoluzione e l’analisi delle interpretazioni cinematografiche del periodo storico considerato, giacché rappresentanti diversi punti di vista e fonti alternative di conoscenza. Lo scopo è quello di approfondire gli eventi storici nei quali la Central Intelligence Agency si è trovata coinvolta attraverso l’analisi di documenti decodificati e fonti storiografiche, cercando nel contempo di definire il contesto sociale nel quale essi avvenivano. Le testimonianze scritte con le quali ho integrato la mia ricerca sono state ricavate dagli archivi della CIA e dell’NSA sui loro siti web ufficiali (www.cia.gov, http://foia.state.gov/, www.state.gov, http://www.odci.gov/, www.archives.gov, www.gwu.edu/~nsarchiv/, http://www.whitehouse.gov/nsc/history.html), i quali forniscono una fonte molto preziosa di conoscenza e di accesso agli atti ufficiali. Tra le fonti primarie principali da me consultate, utilizzate ed in parte riprodotte in queste pagine, spiccano l’”U.S. Department Of State, Memorandum From the Deputy Director for Coordination, Bureau of Intelligence and Research” del 17 gennaio 1964 sul Laos, il "Covert Action In Chile, 1963-1973, staff report del Selected Committee to Study Governmental Operations with Respect to Intelligence Activities” del 18 dicembre 1975 relativo al Cile, il "Congress House, Select Committee, Report of The Congressional Committees Investigate The Iran-Contra Affair” e il “Rapporto Tower” sullo scandalo dell’IranGate, l’”Executive Order 12333, United States intelligence activities” e il “National Security Act” del 26 luglio 1947, riguardanti lo statuto della CIA, e vari manuali della CIA come l’”Operaciones sicologicas en guerra de guerrillas” e lo “Human Resource Exploitation Manual” del 1983. L’aspetto interessante di alcuni di questi documenti è il fatto che, a testimonianza della loro segretezza e del loro valore, per la maggior parte sono stati censurati, anche in maniera piuttosto grossolana come si noterà in alcuni di essi riportati nelle pagine seguenti. 3 Cesare MANNUCCI, La società di massa, analisi di moderne teorie sociopolitiche, Milano, Edizioni Di Comunità, 1967, p.17 4 Asa BRIGGS; Peter BURKE, A Social History Of The Media, From Gutenberg To The Internet, Oxford, Polity, 2002, p.235 8

Anteprima della Tesi di Alessandro Manea

Anteprima della tesi: La storia della C.I.A. e della sua evoluzione nella cinematografia americana: dalla crisi e dalla critica sociale degli anni '70 alla riscossa degli anni di Reagan, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Alessandro Manea Contatta »

Composta da 248 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4715 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.