Skip to content

La storia della C.I.A. e della sua evoluzione nella cinematografia americana: dalla crisi e dalla critica sociale degli anni '70 alla riscossa degli anni di Reagan

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
pensare di significativi settori della popolazione, l’immagine della CIA cominciò ad essere vista sotto un’ottica diversa. 14 Il cinema indipendente prenderà una posizione di netta opposizione mentre il cinema del “mainstream” e dell’establishment hollywoodiano resterà sempre legato alla sua funzione patriottica e, in un certo senso, politica, 15 funzione politica che emergerà particolarmente nei periodi di crisi sociale. I film di Hollywood, infatti, “ben supportati da altre forme di cultura mediatica”, aiutarono a consolidare una certa egemonia ideologica e una certa comunanza di valori, escludendone altri: “Hollywood film is thus implicitly political in the way it tends to support dominant American values and institutions”. 16 Quando negli anni ’70 uscirono delle produzioni molto dure e critiche nei confronti degli abusi di potere della Casa Bianca, dei presidenti, del Pentagono e della CIA, il clima era decisamente mutato e la posizione di Hollywood, in un quadro generale, non poteva essere certamente definita “anti-sistema”. La crisi, anche economica, si rifletteva così sull’industria cinematografica e sulle sue produzioni. Il cinema, in tal senso, non fece altro che dar voce ad un sentimento popolare di esasperazione ed insoddisfazione per le “crepe” all’interno della democrazia americana. E’ vero che saranno propri degli anni settanta i più impegnati film di critica sociale e di indagine storica, ma è anche vero che in quegli anni l’immagine delle istituzioni americane era messa in discussione da gran parte dell’opinione pubblica, della stampa e degli altri mezzi di comunicazione. 17 Sempre Mannucci, ne “Lo spettatore senza libertà, radio-televisione e comunicazione di massa”, riporta le conclusioni di Joseph Klapper 18 , noto studioso americano di comunicazioni di massa, per il quale i mass media hanno in genere l’effetto di rafforzare le opinioni e gli atteggiamenti già esistenti, mentre in una società instabile o in crisi essi tendono a promuovere un mutamento, dando così un indirizzo a impulsi già esistenti ma ancora inespressi. 19 La televisione, la radio, il cinema, sono quindi mezzi di comunicazione conformisti per la loro stessa essenza, in quanto la misura stessa del loro linguaggio li obbliga a rivolgersi a tutti in generale e a nessuno in particolare. 20 14 Larry LANGMAN; David EBNER, Encyclopedia Of American Spy Films, New York, Garland, 1990, p.xiv 15 Franco LA POLLA, op. cit., pp.18-19 16 John HILL; Pamela CHURCH GIBSON, op. cit., cit.133 17 David A. COOK, History Of The American Cinema. Lost Illusions: American Cinema In The Shadow Of Watergate And Vietnam, 1970-1979, New York, C. Scribners Sons, MacMillan Library Reference, 2000, p.12 18 Joseph KLAPPER, The Effects Of Mass Communication, The Free Press Of Glencoe, 1960 19 Cesare MANNUCCI, Lo spettatore senza libertà, radio-televisione e comunicazione di massa, Bari, Editori Laterza, 1962, pp.75-76 20 ivi, p.51 11
Anteprima della tesi: La storia della C.I.A. e della sua evoluzione nella cinematografia americana: dalla crisi e dalla critica sociale degli anni '70 alla riscossa degli anni di Reagan, Pagina 5

Preview dalla tesi:

La storia della C.I.A. e della sua evoluzione nella cinematografia americana: dalla crisi e dalla critica sociale degli anni '70 alla riscossa degli anni di Reagan

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Alessandro Manea
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2002-03
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze Politiche
  Relatore: Loretta Valtz Mannucci
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 248

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi