Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sostenibilità e libero scambio: l´impegno multilaterale per uno sviluppo eco-compatibile

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

15 differenza del capitale, di cui si sottintende invece il naturale deterioramento attraverso sistemi di contabilità che ne misurano il deprezzamento. Alla luce dei disastri ambientali prodotti da una crescita incondizionata, la scienza economica dovrebbe prendere in considerazione i limiti del sistema terrestre che è materialmente e fisicamente chiuso. Alcuni studiosi 13 ripongono fiducia in un nuovo filone di teorie legate all’ economia ecologica, che sta emergendo e che si occuperebbe di analizzare i problemi ecologici globali emersi in tempi recenti, la dinamica dei sistemi ecologici ed economici e delle loro interazioni, i problemi di degrado e di distruzione delle basi ecologiche di intere regioni. Più concretamente, sarebbe necessario includere i costi del degrado ambientale nel prezzo finale delle merci, in modo da valorizzare le risorse utilizzate e da ridurre gli sprechi. L’internalizzazione delle diseconomie e la contabilizzazione nei bilanci aziendali dell’inquinamento prodotto ridurrebbe l’impatto dell’attività produttiva sull’ecosistema e sulla salute della collettività. Il principio del “chi inquina paga” (polluter pays principle per l’OCSE) sta prendendo piede anche nell’ambito dei regimi multilaterali sull’ambiente che saranno analizzati nella seconda parte di questa tesi. Il dibattito sui limiti della crescita fu lanciato all’inizio degli anni Settanta, in seguito alla pubblicazione del rapporto Limits to Growth (Meadows, 1972) 14 , elaborato da un gruppo di ricerca del Massachussets Institute of Technology di Boston su incarico del Club di Roma. Lo studio proponeva, sulla base dei dati disponibili, la proiezione di crescita di alcuni fenomeni ad elevato impatto ambientale (aumento della popolazione mondiale, dei consumi di energia e dei materiali…) dimostrando come, se non si fosse provveduto a una rapida inversione di tendenza, il sistema sarebbe stato destinato al collasso. In sintesi, Meadows sosteneva che il “limite della crescita” risiedeva essenzialmente nell’esauribilità delle risorse naturali non rinnovabili. Molte delle previsioni del rapporto si rivelarono poi sbagliate, nel senso che i fenomeni studiati ebbero un’evoluzione diversa da quella ipotizzata. 13 Ibidem. 14 Meadows D.L. et al., Limits to Growth, Earth Island Limited, London, 1972.

Anteprima della Tesi di Monica Guarinoni

Anteprima della tesi: Sostenibilità e libero scambio: l´impegno multilaterale per uno sviluppo eco-compatibile, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Monica Guarinoni Contatta »

Composta da 206 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3478 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.