Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sostenibilità e libero scambio: l´impegno multilaterale per uno sviluppo eco-compatibile

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 sostanze quali i cloro-fluoro-carburi (CFC), sarà causa di migliaia di casi di cancro alla pelle solo negli Stati Uniti nei prossimi venti anni, se non ci sarà un’inversione di tendenza attraverso l’applicazione del Protocollo di Montreal. Dal 1981, infatti, lo strato di ozono che protegge la pelle dalle radiazioni ultraviolette del sole ha subito una riduzione tra il 3 e il 5%. Dagli anni Ottanta, inoltre, si è accentuato il processo di deforestazione: in media 15.4 milioni di foreste all’anno sono andate distrutte 7 . La drastica riduzione degli alberi tropicali, ha alterato la capacità di assorbimento “vegetale” dell’anidride carbonica e ha contribuito all’aumento dei cosiddetti gas serra. Un problema strettamente connesso alla distruzione delle foreste e aggravato dalla crescente attività umana, risiede nell’incremento dei livelli di monossido di carbonio nell’atmosfera, che è causa diretta del cambiamento climatico. Recenti valutazioni sembrano aver stabilito che, fra le miriadi di segnalazioni del cambiamento globale indotto dall’uomo, il fattore più grave è la concentrazione di anidride carbonica derivante dalla combustione di carburanti fossili. Alla fine del 2000, il Comitato Intergovernativo sul Cambiamento Climatico (IPCC sponsorizzato dalle Nazioni Unite) ha prodotto il suo ultimo rapporto, ove si sostiene senza mezzi termini che il rilascio dell’anidride carbonica e di altri gas serra nell’atmosfera ha contribuito in modo sostanziale al riscaldamento sperimentato negli ultimi 50 anni. Per la fine del secolo, concludeva il rapporto IPCC, le temperature potrebbero essere di 5 gradi Celsius più elevate di quelle del 1990, registrando quindi il maggiore cambiamento avvenuto tra l’ultima glaciazione e oggi. Questo surriscaldamento, apparentemente lieve, potrebbe risultare in un aumento del livello dei mari, in una perdita di terre coltivabili (desertificazione), in una alterazione delle correnti marine, prima fra tutte la Corrente del Golfo, che determina il clima relativamente temperato e stabile che ha permesso lo sviluppo delle società dell’Europa settentrionale. Il grafico sottostante mostra che la crescente concentrazione di anidride carbonica nell’atmosfera negli ultimi cinquant’anni è legata soprattutto all’attività produttiva dei paesi sviluppati. 7 Dati FAO.

Anteprima della Tesi di Monica Guarinoni

Anteprima della tesi: Sostenibilità e libero scambio: l´impegno multilaterale per uno sviluppo eco-compatibile, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Monica Guarinoni Contatta »

Composta da 206 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3478 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.