Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Indymedia.org: la rete ''intelligente'' del mediattivismo globale?

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 l’auto-produzione della propria informazione? (Entrambi fattori caratterizzanti Indymedia). 2. la struttura a rete di Indymedia è in grado di valorizzare la cultura “immateriale” e a-centrica del networking? è possibile intendere il network di Indymedia come un’esperienza che tende a trascendere il concetto di proprietà per affermare da un lato la collettivizzazione delle risorse e dall’altro la non riconducibilità del progetto stesso a nessun individuo, gruppo o associazione particolare? 3. dal punto di vista dell’organizzazione interna e dei processi decisionali e produttivi, in virtù della valorizzazione dei contributi individuali e di una loro sintesi all’interno di un progetto unitario, il network globale di Indymedia può essere considerato – per le sue particolari caratteristiche – un esempio di intelligenza collettiva? 4. dal punto di vista comunicativo (in senso molto ampio), è possibile considerare Indymedia un network in grado non solo di costruire informazione “dal basso” ma anche relazioni fra entità diverse, fra la pluralità altamente eterogenea dei soggetti impegnati nelle battaglie politiche e sociali “globali” 4 ? il network d’informazione indipendente ha la capacità di “fare rete”, di ridurre le distanze fra i numerosi soggetti politici coinvolti nel movimento? Nel quarto (e ultimo) capitolo, invece, si è affrontato il tema della pubblicazione aperta (open publishing), un modo di intendere la produzione di notizie che rappresenta una caratteristica singolare e specifica di Indymedia e di alcune altre espressioni del mediattivismo mondiale. Si ipotizza, infatti, che l’open publishing rappresenti una modalità qualificante del progetto: l’intero universo di utenti (ovvero chiunque si colleghi alla Rete) è messo nelle condizioni di poter contribuire direttamente alla produzione dei contenuti informativi, inviando le (proprie) notizie su uno dei numerosi siti del network, per poi vederle pubblicate in pochi secondi senza alcuna intermediazione. Inoltre, a sostegno dell’indagine teorica, si è realizzata una ricerca empirica sul newswire, lo spazio dedicato alla pubblicazione aperta presente sul sito di 4 In riferimento al cosiddetto, da facili ed approssimative etichette imposte dalla stampa di massa, movimento “no-global”.

Anteprima della Tesi di Alessandro Scotti

Anteprima della tesi: Indymedia.org: la rete ''intelligente'' del mediattivismo globale?, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Alessandro Scotti Contatta »

Composta da 315 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2211 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.