Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L' integrazione delle tecnologie informatiche nella didattica, un percorso fra testi, ipertesti, reti e sistemi intelligenti

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 1.2. La cultura orale e il potere della memoria In una cultura esclusivamente orale la conoscenza può essere trasmessa ed incamerata soltanto attraverso scambi interpersonali faccia a faccia, cosicché l'uomo sa solo ciò che ricorda. In altre parole, il solo supporto della memoria nelle culture orali è l'uomo stesso: non esistono supporti artificiali, esterni, come invece accade dall'avvento della scrittura in poi. Uno degli stratagemmi più diffusi per facilitare la memorizzazione è il ricorso a formule, frasi fatte, rituali standard. Una pratica di questo tipo è per molti versi limitativa dal punto di vista della creatività, dell'iniziativa individuale: le formule a disposizione sono in numero finito e costringono la fantasia entro schemi rigidi. Eppure, a ben guardare, anche in un'epoca come questa era possibile ed anzi necessario fornire prova delle proprie doti d'inventiva, del proprio estro: l'abilità consisteva nel saper suscitare, all'occorrenza, attenzione, meraviglia, suspense, combinando in maniera originale le formule di cui si disponeva, adeguatamente al contesto, ad un uditorio ben preciso. Si può dunque parlare, a proposito delle culture orali, più che di unilaterale trasmissione di conoscenza, di una sua reale condivisione: mentre il messaggio scritto è impersonale uguale a se stesso ed uguale per ogni lettore; il messaggio orale è interattivo, poiché consente un feedback. La narrazione, l'informazione, può essere di volta in volta adattata alla situazione ed allo stato soggettivo del singolo individuo o del pubblico che la riceve. E' così che i contenuti che riscuotono consensi sono confermati e tramandati, mentre se l'uditorio mostra di non apprezzare qualcosa, lo si abbandonerà o rielaborerà.

Anteprima della Tesi di Enrico Agabio

Anteprima della tesi: L' integrazione delle tecnologie informatiche nella didattica, un percorso fra testi, ipertesti, reti e sistemi intelligenti, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Enrico Agabio Contatta »

Composta da 182 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6526 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.