Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

''L'indole particolarmente malvagia'' del reo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

15 La scoperta di anomalie nel corredo cromosomico suggerisce, intorno agli anni ’60, l’ipotesi di una correlazione con il comportamento criminale. La presenza del cromosoma sopranumerario Y, in alcuni detenuti, con statura più alta del normale e intelligenza inferiore alla media, ripropose l’ipotesi del delinquente nato. L’extra Y sembrò poter spiegare la tendenza di quei soggetti a compiere delitti particolarmente efferati, rappresentando la base genetica del comportamento violento. Anche queste ricerche effettuate su un campione numerico scarso e poco rappresentativo, perdono ben presto rilevanza criminologica, lasciando spazio a ipotesi multifattoriali nella genesi di reazioni aggressive, come possibili “associazioni” secondarie all’anormalità genotipica.

Anteprima della Tesi di Erika Raffaella Santacroce

Anteprima della tesi: ''L'indole particolarmente malvagia'' del reo, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Erika Raffaella Santacroce Contatta »

Composta da 173 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5371 click dal 28/04/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.