Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

''L'indole particolarmente malvagia'' del reo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

20 è questa può essere la prima ragione per qui nella spiegazione e comprensione di alcuni fatti criminali, l’approccio psicologico sia stato preferito agli altri. Un secondo ordine di motivi, per cui questa scelta preferenziale è stata attuata, è dato dal fatto che tali reati hanno delle particolarità sotto l’aspetto dei moventi e delle spinte motivazionali. Se è possibile spiegare agevolmente una rapina, per cui l’autore è spinto dal desiderio del profitto materiale; un omicidio terroristico giustificato da una presunta o reale lotta politica; un omicidio di mafia per cui il killer è pagato per compiere il suo crimine o uccide per tentare una scalata nelle gerarchie di potere della criminalità organizzata; o ancora i reati white collor; avremo delle difficoltà a spigare e comprendere i reati che comunemente sono definiti come crimini violenti. Come spieghiamo, infatti, che un soggetto apparentemente normale esca di casa a caccia di una vittima da stuprare e uccidere? Come spieghiamo che un soggetto irrompa improvvisamente in un ristorante o in altro luogo pubblico ed affollato aprendo il fuoco sui presenti? Come giustifichiamo un padre modello che improvvisamente stermina tutta la sua famiglia, o una figlia che decide di uccidere sua madre e il suo fratellino?

Anteprima della Tesi di Erika Raffaella Santacroce

Anteprima della tesi: ''L'indole particolarmente malvagia'' del reo, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Erika Raffaella Santacroce Contatta »

Composta da 173 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5372 click dal 28/04/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.