Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Capitale Sociale e Crescita Economica

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

19 Inoltre, Paesi con istituzioni formali, che tutelano efficacemente i diritti di proprietà e perseguono il rafforzamento dei contratti, offrono un ambiente più consono alla fiducia 7 e alla cooperazione civile per lo sviluppo (Knack e Keefer 1996). Altri studi, inoltre, prescindendo da fattori politici e governativi, hanno focalizzato l’attenzione sugli effetti di integrazione sociale e di disintegrazione della performance economica. Una delle forme più dirompenti della disintegrazione sociale è il conflitto etnico. Esso distrugge il capitale fisico, disgrega l'economia, deteriora il capitale umano, e dissolve il capitale sociale. Più della metà dei Paesi del mondo a basso reddito ha avuto esperienze di conflitti negli ultimi dieci anni. Di questi Paesi, trenta hanno avuto più del 10 percento della popolazione disgregata, dieci, addirittura, il 40 percento. I conflitti etnici stanno emergendo come un fattore chiave che contribuisce al declino economico dell’Africa. Alcuni studi hanno suggerito che la diversità etnica può portare ad un crescente conflitto civile e all’instabilità politica con conseguente difficoltà sulla scelta dei beni pubblici da offrire come l’istruzione, le infrastrutture, e le politiche idonee. Il ruolo della diversità etnica nella performance di crescita è stato quantificato in un studio cross-country dell’Africa Sub- Sahariana (Easterly and Levine 1995). 7 E’ bene precisare come la fiducia svolga un ruolo preponderante anche in microeconomia, dove essa si pone come catalizzatore dei processi di crescita e di sviluppo, influenzando le decisioni individuali degli agenti che operano in un determinato contesto economico. Ed infatti, “ci sono Paesi in Europa…dove il più grande impedimento nel portare a termine gli affari è dovuto al fatto che vi siano poche persone disposte ad avere fiducia nella controparte quando si trattano grosse somme di denaro ( MILL, Principles of political economy, Londra, 1848)

Anteprima della Tesi di Francesco Baratella

Anteprima della tesi: Capitale Sociale e Crescita Economica, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Francesco Baratella Contatta »

Composta da 208 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7129 click dal 28/04/2004.

 

Consultata integralmente 18 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.