Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Aspetti antropologici della seconda transizione demografica

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

- 3 - Obiettivo di questa tesi è dunque indagare qualche aspetto dei modi e dei tempi di questa evoluzione, che s’inserisce in un arco temporale piuttosto dilatato, indicativamente dalla seconda metà del ’900 ad oggi. I demografi definiscono questo periodo «seconda transizione demografica»: tra le mille sfaccettature del nostro nuovo modo di abitare questo pianeta emergono due costanti tendenze, da un lato a procreare pochissimi figli, dall’altro a vivere sempre più a lungo in una società che tende a connotarsi come sempre più vecchia. In questo mezzo secolo la popolazione italiana è aumentata e si è modificata nella struttura, sono mutate le sue abitudini e i suoi comportamenti, entrando nella transizione demografica tipica in tutte le società occidentali: «Osservando l’andamento della popolazione italiana negli ultimi cinquant’anni risulta evidente come le sue diverse caratteristiche abbiano subito profondi mutamenti. La natalità, la fecondità, la nuzialità, la mortalità infantile, l’invecchiamento, le migrazioni sono alcuni degli aspetti che si presentano oggi completamente diversi rispetto a cinquant’anni fa. Non si è trattato di cambiamento repentino, ma di un processo progressivo e continuo, come spesso accade per i fenomeni demografici. […] Trasformazioni socioeconomiche, politiche, del costume e demografiche si sono intrecciate in modo tale che è spesso difficile distinguere tra causa e effetto. […] Nell’osservazione si noteranno alcune costanti. La più importante è rappresentata dal divario esistente fra Nord e Sud del Paese. […] Altra costante è rappresentata dal ruolo della famiglia, che pur avendo subito numerose trasformazioni nel corso dei

Anteprima della Tesi di Elena Goi

Anteprima della tesi: Aspetti antropologici della seconda transizione demografica, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Elena Goi Contatta »

Composta da 317 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3000 click dal 09/02/2005.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.