Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'Italia, l'Onu e la decolonizzazione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

16 problema delle ex colonie è causa di disappunto nell’opinione pubblica italiana 19 . Inoltre, come osserva Patrick Gallo, <> 20 . Per riflesso, l’Italia rivolge il proprio interesse ad altre iniziative di cooperazione internazionale, che proprio in quegli anni vanno sviluppandosi in ambito europeo. E’ emblematico, a questo riguardo, quanto Sergio Neri afferma in un articolo del 1952: <<[…] non credo che la mancata ammissione all’ONU abbia, alla luce delle presenti relazioni internazionali, un’importanza che superi di gran lunga quella di una mera soddisfazione morale. Il difettoso funzionamento dell’ONU ha indirettamente provocato il sorgere di molte altre organizzazioni internazionali, soprattutto localizzate in Europa, che tendono ad integrare le numerose lacune delle Nazioni Unite. L’Italia è membro 19 Cfr. SIOI, Italy and United Nations... cit., p. 24 . 20 P. J. GALLO, Nazioni Unite e Italia, “Rivista di Studi Politici Internazionali”, XXXV, 1968, 2, p. 294.

Anteprima della Tesi di Giovanni Fasanella

Anteprima della tesi: L'Italia, l'Onu e la decolonizzazione, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Giovanni Fasanella Contatta »

Composta da 208 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 13231 click dal 28/04/2004.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.