Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'impiego delle nuove tecnologie per la promozione dell'esercizio cinematografico in Europa

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

17 situazione al 30 giugno 1998, risulta che nel giro di sei mesi sono stati inaugurati 60 nuovi siti (+16,6%) che insieme significano 626 schermi (+17,4%). La taglia “media” dei complessi è intorno alle 11 sale. Nell’ultimo semestre spiccano le aperture di 8 megaplex, decisamente numerose se si pensa che sino a giugno le strutture con 16 schermi e più erano in totale 13. É da notare che sino alla metà del ’98 nessun complesso aveva superato la soglia dei 14 schermi in un contesto dove oltre il 45% degli schermi si trovava nei multiplex. Dei 162 schermi situati nei nuovi complessi “extra large”, ben 67 si trovano in Spagna in 3 complessi, uno a Madrid (25 schermi), uno a Barcellona (24 schermi) e uno a Tenerife (18 schermi), altri 40 nei 2 complessi in Gran Bretagna di Manchester e Sheffield (entrambi 20 schermi), seguono la Germania con Berlino (19 schermi), la Francia con Parigi (18 schermi) e l’Italia con Roma (18 schermi). Il modello megaplex prende così piede sia nei paesi dove l’ammodernamento del parco sale è iniziato da più tempo e si è svolto in fasi successive, sia in quelli in cui le diverse modalità di trasformazione delle strutture (frazionamento delle monosale, costruzione ex-novo di minicomplessi, di multiplex e di megaplex) si sono trovate a convivere nel giro di pochi anni. A questa tipologia si possono ricondurre situazioni come quella dell’Italia, del Portogallo, della Grecia e della Finlandia. In quest’ultimo paese nel secondo semestre del ’98 è stato inaugurato il primo multiplex a Helsinki (10 schermi) e all’inizio del 1999 è stato aperto un complesso di 14 sale. Sempre nel 1998 sono saliti a 3 i multiplex in Grecia con l’apertura di un nuovo complesso di 8 schermi. L’affermazione crescente dei multiplex è uno degli elementi salienti della situazione della Spagna, dove da luglio a dicembre sono stati aperti 3 nuovi complessi (oltre ai 3 megaplex già citati). In Gran Bretagna alla fine del 1998 i multiplex sono 113 per un totale di 1.198 schermi. Se nel 1997 il 38% degli schermi era situato nei multiplex, nel 1998 la percentuale è cresciuta ulteriormente: 46,4%. Altri paesi europei in cui il fenomeno multiplex è molto sviluppato sono il Belgio, in cui i 16 complessi a più di 8 sale raggruppano il 43% degli schermi, e l’Irlanda in cui i multiplex rappresentano il 28,2% degli schermi. In Germania il fenomeno multiplex conosce un vero boom: nel secondo semestre dell’anno sono stati aperti 20 nuovi complessi per un totale di 186 schermi. Anche in Italia continua la trasformazione del parco sale: al frazionamento

Anteprima della Tesi di Sara Maria Cipolla

Anteprima della tesi: L'impiego delle nuove tecnologie per la promozione dell'esercizio cinematografico in Europa, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Sara Maria Cipolla Contatta »

Composta da 188 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1848 click dal 07/05/2004.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.